Il Pirellone cerca cinque pendolari per migliorare il trasporto pubblico lombardo

E' aperto fino a venerdì il bando di Regione Lombardia per selezionare 5 portavoce dei viaggiatori lombardi che diventeranno membri della Conferenza regionale del trasporto bubblico locale.

Pendolari sul treno: faranno da "consulenti" alla Regione

MONZA - Proteste e proposte contro le inefficienze del trasporto pubblico, i pendolari le presenteranno direttamente al Pirellone. L’Amministrazione guidata da Roberto Maroni è infatti alla ricerca di cinque portavoce di comitati, associazioni o gruppi spontanei di viaggiatori che usano i mezzi pubblici lombardi, che possano sedere al tavolo della Conferenza regionale del Trasporto pubblico locale. E c’è ancora tempo fino a venerdì 28 giugno (entro le 12) per poter presentare le candidature dei rappresentati dei pendolari lombardi.

Una legge regionale del 2012 ha stabilito che, per attivare un confronto tra enti pubblici, gestori dei servizi di trasporto e utenti, anche i viaggiatori abbiano diritto a 5 posti all’interno della Conferenza regionale, l’organo che viene consultato ogni volta che l’Amministrazione regionale deve programmare o modificare investimenti o progetti che “hanno un significativo impatto sul trasporto pubblico sotto il profilo finanziario e operativo”, si legge nel bando di ricerca pubblicato dall’assessorato lombardo alla Mobilità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I 5 rappresentati dei viaggiatori verranno individuati da parte dei comitati, gruppi o associazioni che si riuniranno in un’assemblea che verrà convocata entro la metà di luglio. Per prendere parte all’assemblea elettiva associazioni, comitati o gruppi spontanei devono essere sostenuti da almeno 50 persone, non avere fini di lucro, non essere collegati a movimenti o partiti politici, o ad altri soggetti partecipanti alla Conferenza, e devono documentare di aver fatto attività per i diritti dei viaggiatori. Anche i candidati non devono avere incarichi politici o in soggetti coinvolti e, se eletti nella Conferenza, svolgeranno l’attività gratuitamente e dovranno fornire un recapito pubblico per poter ricevere le istanze dei cittadini.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Monza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento