Due pistole nascoste tra la macchinetta del caffé e il bancone: arrestato barista a Pioltello

Ora i militari cercheranno di capire se le armi sono state utilizzate per commettere reati

Le armi

Una pistola Tanfoglio calibro 9 x21, con 15 colpi. Avvolta in una sacchetto di plastica e immersa sotto la grata dove scorre l'acqua in eccesso della macchinetta del caffè. E sotto il bancone del bar, un'altra pistola priva di matricola, calibro 7 65 con sette colpi nel caricatore. È quanto un albanese di 42 anni nascondeva all'interno del proprio circolo ricreativo, "Il Gabbiano", in via Leoncavallo nel quartiere Satellite a Pioltello, a Milano.

Le armi nel circolo ricreativo

A scoprire le armi sono stati i carabinieri della Tenenza locali guidati dal comandante, Valter Demateis. I militari, compagnia di Cassano D'Adda, nella serata tra venerdì e sabato hanno controllato i locali dell'associazione culturale aperta da gennaio e molto frequentata dalla comunità albanese. Al blitz hanno preso parte anche gli uomini del III reggimento Lombardia e l'unità cinofile di Casatenovo.

Nei locali, stando a quanto spiegato dai militari che hanno fatto l'intervento, in un primo momento c'era solo il fratello del titolare che non sapeva della presenza delle armi. Subito dopo è arrivato il responsabile che ha ammesso che le armi fossero sue e si è giustificando raccontando - lui che ha un piccolo precedente per ricettazione - di tenerle lì per difendere sé stesso e il circolo, visto che anni fa aveva avuto dei guai con gente poco raccomandabile in Albania.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri lo hanno arrestato in flagranza per porto illegale di armi, possesso di arma clandestina e denunciato per ricettazione perché una delle due pistole risultava rubata nel Comasco durante un furto in casa a inizio anno. Ora i militari cercheranno di capire se le armi in questione sono state utilizzate per commettere reati negli ultimi mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Valassina, pirata della strada travolge coppia in moto: un morto e un ferito

  • Rapina donna in metro, passante (brianzolo) lo insegue e lo blocca con un pugno in faccia

  • Tragedia in Croazia, uccide la moglie poi si suicida: la coppia era originaria di Monza

  • Coronavirus, due casi positivi all’asilo: tampone per tutti i bambini di due sezioni

  • Cesano Maderno, bimbo positivo al covid: tampone e "quarantena" per tutta la classe

  • Tragico schianto in moto a Bienno: muore motociclista brianzolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento