Cronaca

Pagano una pizza 10mila euro: il regalo di due aziende a Pizzaut

Una donazione avvenuta proprio nel giorno del 50esimo compleanno di Nico Acampora, il papà di Pizzaut

Un pranzo tra colleghi a base di pizza pagato 10mila euro. Il conto era certamente molto inferiore, ma due aziende hanno deciso di farlo lievitare per regalare un compleanno indimenticabile a Nico Acampora e ai suoi ragazzi.

Una cifra importante  quella (volutamente) sborsata da due aziende che giovedì 29 luglio si sono sedute al tavolo di Pizzaut. Pochi dipendenti che, terminato il pranzo, hanno lasciato Nico (che proprio ieri festeggiava i 50 anni) a bocca aperta. 

Un 29 luglio da incorniciare quello che si è vissuto a Cassina de Pecchi nella prima (e unica) pizzeria in Italia gestita da persone autistiche. Il classico pranzo di lavoro, la bontà dei piatti portati in tavola dai ragazzi “speciali”, e poi il conto. Ma quando Acampora si è visto staccare quell’assegno è rimasto senza parole.

Assegno Pizzaut (Foto da Facebook)-2

Ben 10mila euro che le aziende Spiraxsarco e Gestra hanno donato a questa specialissima pizzeria con l’obiettivo di proseguire e di incrementare le attività del locale inaugurato lo scorso 1 maggio.

Una giornata di festa che Nico Acampora ha vissuto con la moglie e con i figli nella grande famiglia di Pizzaut. Circondato dall’affetto e dall’amore dei suoi ragazzi, con l’immancabile torta di compleanno e tanti regali

"Oggi è un giorno di festa perché sono arrivate anche le nuove tovagliette - spiega Nico Acampora - Sono realizzate con carta e inchiostro alimentare. Riportano il menù e il QR code, dove è riportato l'elenco dei prodotti e degli allergeni presenti in tutti i nostri piatti. Con queste tovagliette i ragazzi hanno meno difficoltà anche ad apparecchiare".

Ma intanto Nico pensa al futuro. All’apertura del secondo locale Pizzaut. “Quel giorno allora apriremo la grande bottiglia di champagne che mi è stata regalata per il mio 50esimo compleanno - conclude - Quella sarà una ricorrenza da  festeggiare veramente perché saremo stati in grado di dare un lavoro ad altri ragazzi 'speciali' che ogni giorno preparano, come noi amiamo dire, la pizza più buona della galassia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagano una pizza 10mila euro: il regalo di due aziende a Pizzaut

MonzaToday è in caricamento