Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Maxischermo in piazza per il Gran Premio: non tutti sono d'accordo

Per MonzaFuoriGp ci sarà un maxischermo in piazza Trento e Trieste ma l'associazione MonzAttiva replica: "E' pericoloso. Forse il covid è stato sconfitto e noi non ce ne siamo accorti?"

Torna il maxischermo in centro a Monza. In occasione del Gran Premio di Formula 1 - che si correrà il 12 settembre sul Circuito cittadino - l’Amministrazione comunale dà il via libera al maxischermo in piazza Trento e Trieste per assistere alle prove e alla gara.

Una tradizione interrotta l’anno scorso a causa del covid (così come erano state annullate tutte le manifestazioni collaterali al Gp) e che quest’anno ritorna all’interno del grande contenitore ‘MonzaFuoriGp’.

Ma la scelta non piace a tutti. A criticarla l'associazione MonzAttiva che domanda che senso abbia allestire un maxischermo in centro, quando neppure due mesi prima - in occasione delle finali degli Europei di calcio - l’Amministrazione aveva deciso di vietarlo per evitare assembramenti (e contagi) in piazza.

“Per il sindaco Dario Allevi il covid è selettivo - dichiara Carlo Abbà -. In occasione della finale degli europei ha deciso di non installare alcun maxischermo per evitare assembramenti. Per il Gran Premio fa l'esatto contrario. Una mancanza di coerenza che si unisce a un altro fatto: a metà luglio la situazione della pandemia era migliore di quanto non sia ora. Forse nel frattempo la pandemia è stata sconfitta e noi non ce ne siamo accorti?”.

Sulla vicenda interviene anche la consigliera comunale Maria Chiara Pozzi. “Nel comunicato del 9 luglio, che si trova sul sito del Comune, c'è scritto che non sarebbe stato allestito alcun maxischermo - sottolinea - . Una scelta di responsabilità l'aveva definita il sindaco. Per questo è necessario mantenere ancora comportamenti prudenti ed evitare ogni occasione impropria di assembramenti difficilmente controllabili. Evidentemente quelli per la Formula Uno sono più facilmente controllabili. Peraltro nella delibera degli eventi di 'MonzaFuoriGp' si fa riferimento a eventi che inevitabilmente porteranno ad assembramenti difficili da governare. E tutto questo appena prima dell'inizio dell'anno scolastico”.

MonzAttiva boccia anche la proposta di attività racchiuse nel contenitore 'MonzaFuoriGp'. “Escluso il contributo della polizia sul tema dell'educazione stradale e quello del liceo Zucchi, si tratta di eventi di poco conto - aggiunge Abbà -. Anzi, l'unica cosa di cui questa giunta sembra capace è quella di fare cassa permettendo alle concessionarie di esporre le proprie auto in ogni angolo del centro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxischermo in piazza per il Gran Premio: non tutti sono d'accordo

MonzaToday è in caricamento