rotate-mobile
Cronaca

Era stato arrestato per rapina aggravata (ma non solo): espulso cittadino straniero

L'uomo era in Italia dal 2005. A suo carico pene per rapina aggravata, lesioni personali, spaccio e resistenza a pubblico ufficiale

Dopo aver scontato una pena di 3 anni e 10 mesi per rapina aggravata, lesioni personali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale l'uomo è stato accompagnato dai poliziotti dell'Ufficio immigrazione della questura di Monza al Centro di permananza per i rimpatri (Cpr). L'uomo ritornerà in Marocco.

Il provvedimento è stato eseguito ieri, giovedì 3 febbraio, dagli agenti della questura di Monza che hanno accompagnato il cittadino di origine marocchina al Cpr di Gradisca d'Isonzo, in provincia di Gorizia. L'uomo era giunto irregolarmente in Italia nel 2005 e secondo le informazioni fornite dalla questura durante la sua permanenza in Italia era stato accusato di reati di natura predatoria, soprattutto furti aggravati, e di spaccio per i quali è stato più volte condannato a pene detentive, cumulando, dal 2009 al 2017 condanne per un totale di circa 5 anni. Inoltre è stato più volte raggiunto da provvedimenti di espulsione che però non sono mai stati eseguiti a causa dei numerosi alias dichiarati in occasione dei numerosi arresti.

L'ultimo episodio nel 2018 quando l'uomo ha rapinato una nonna che stava spingendo il passeggino con il nipotino. La donna è finita a terra riportando un lieve trauma cranico, per fortuna nessuna lesione per il piccolo. Nella stessa giornata l'uomo ha rubato un'auto. Fermato e arrestato durante le operazioni di fotosegnalamento ha aggredito gli agenti feriti lievemente. 

Terminata l’espiazione della pena per l'uomo è stata disposta l’espulsione dal territorio italiano come soggetto socialmente pericoloso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era stato arrestato per rapina aggravata (ma non solo): espulso cittadino straniero

MonzaToday è in caricamento