Agente della polizia locale parcheggia nel posto per disabili: la denuncia

Una donna della municipale è stata ripresa a Cologno Monzese mentre lasciava l'auto nel parcheggio riservato ai portatori di handicap

Parcheggio nel posto disabili (da Facebook/Sei di Cologno se)

"Complimenti alla persona che ha parcheggiato sul posto disabili, senza avere il tagliando, davanti a uno studio medico, e con indosso la divisa della polizia municipale". Con queste parole una cittadina di Cologno Monzese ha denunciato una vigilessa che nella mattinata di giovedì 29 agosto avebbe parcheggiato la propria auto personale nel posto riservato a persone portatrici di handicap in via Camillo Benso di Cavour, nel centro della cittadina a nord-est di Milano. 

"Chi dovrebbe far rispettare le regole - continua la colognese - è il primo ad infrangerle. Vergogna. Speriamo che qualcuno possa prendere provvedimenti". Molti i commenti indignati degli utenti di Facebook, che hanno invitato a denunciare la cosa.

A rispondere alla segnalazione, pubblicata sul gruppo 'Sei di Cologno Monzese se...' anche l'assessore alla sicurezza di Cologno, Giuseppe di Bari, che ha assicurato: "Faccio immediatamente gli accertamenti. In caso di abusi confermati, prenderemo i giusti provvedimenti". Un altro utente, poi, ha commentato: "Io sono invalido e certe volte non posso parcheggiare, non aggiungo altro". La polizia locale di Cologno Monzese, interpellata da MilanoToday, ha detto di non sapere nulla dell'accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento