Prezzi gonfiati, rifiuti abusivi e droga: i numeri della polizia provinciale

Martedì mattina in provincia è stato presentato un report dell'attività della polizia provinciale nel biennio 2016/2017 e sono state consegnate targhe di encomio a sei agenti

Gli agenti della polizia provinciale che hanno ricevuto l'encomio insieme al presidente Invernizzi

Un'officina meccanica abusiva smantellata, la repressione dello spaccio di droga e il recupero di un motociclo rubato alle Poste e usato per le cosegne di sostanza stupefacente. E ancora 75mila euro di sanzioni relative a reati ambientali, abbandono rifiuti e trasporti irregolari e 11mila euro di multe a strutture ricettive per violazioni relative alla normativa sul turismo per i prezzi gonfiati in occasione del Gran Premio di Formula Uno e della visita del Papa a Monza.

Questi alcuni dei numeri delle attività e dei servizi di controllo svolti dalla polizia provinciale di Monza e Brianza nel corso del 2017. Nella mattinata di martedì in occasione della ricorrenza di San Sebastiano, patrono delle Polizie Locali, il comandante del corpo, Falvio Zanardo, insieme al presidente Roberto Invernizzi, ha presentato il report biennale 2016/2017 con tutte le attività e consegnato sei lettere di encomio a quattro agenti e a due Guardie Ecologiche Volontarie che hanno saputo distinguersi durante il servizio e anche nella gestione delle emergenze: Vito Bonomo, Debora Dante, Enrico Perego, Pasquale Carbone, Cesare Mondonico, Stefano Carzaniga. 

Insieme al comandante Zanardo sono 14 gli agenti, di cui 4 distaccati presso Regione Lombardia al servizio Caccia e Pesca e Foreste e 2 distaccati presso la Procura della Repubblica di Monza, che operano su 55 comuni della provincia di Monza e Brianza occupandosi di tematiche in materia ambientale, codice della strada e accertamenti amministrativi in merito alle autorizzazioni provinciali tra cui il controllo di aziende produttrici di rifiuti, scarichi industriali e controlli rispetto autorizzazioni provinciali in merito a strutture ricettive.

“Abbiamo deciso di inaugurare il nuovo anno mettendo in rilievo l’attività dei nostri agenti che, nonostante i tagli alle risorse subiti negli ultimi anni, hanno saputo mantenere alto lo standard di servizio con grande professionalità anche in collaborazione con le forze dell’Ordine e la Prefettura.- spiega il Presidente Roberto Invernizzi - La Provincia MB, rispetto ad altri enti ha deciso in una fase delicata della sua organizzazione di mantenere il servizio di Polizia che si è rilevato strategico per il controllo e la protezione del territorio e siamo pronti a confermare l’impegno anche per l’anno in corso”.

Tra gli oltre mille interventi in materia di sicurezza che hanno visto impegnati gli agenti nel corso del biennio 2016/2017 ci sono stati il recupero di un cervo di imponenti dimensioni a spasso per le strade di Monza, lo smantellamento di un'officina abusiva a Bovisio Masciago con all'interno dieci veicoli rubati e ancora 75mila euro di sanzioni comminate per violazioni connesse a reati ambientali tra cui trasporti illegali e abbandoni abusivi di rifiuti. 

Quasi unidici mila euro di multe sono arrivate dalle sanzioni comminate alle strutture ricettive alberghiere per violazioni relative alla normativa sul turismo. In totale sono state effettuate cinque visite ispettive presso strutture ricettive (Hotel/Motel/ B&B) con la contestazione di tre verbali di accertamento trasgressione per un ammontare di 10.680 euro. I controlli hanno interessato soprattutto i prezzi volutamente "gonfiati" dagli albergatori in occasione di grandi eventi tra cui il Gran Premio di Formula Uno e la visita del Papa a Monza dello scorso marzo. A settembre, in occasione del Gp, un albergatore era arrivato a far pagare una notte nella struttura a un turista addirittura 450 euro, a fronte dei 150 euro previsti da listino.

La polizia provinciale è stata impegnata anche sul fronto della prevenzione del contrasto ai reati connessi allo spaccio di droga. Con il progetto Sicurezza Parco delle Groane, coordinato dalla Prefettura di Monza e Brianza, sono stati svolti 131 servizi di pattugliamento del territorio ricadente nell’area delle Groane con l’identificazione di 174 persone e il sequestro di confezioni di droga. Nell'ambito dell'attività è stato recuperato dagli agenti della polizia provinciale un ciclomotore intestato a Poste Italiane rubato a Seregno e utilizzato dai pusher nell'area delle Gronae per le consegne di droga. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Lazzate, uomo trovato cadavere in via Enrico Fermi: indagano i carabinieri

  • Tumore al pancreas in stadio avanzato: operazione "unica" all'ospedale di Vimercate per una donna

  • Le meraviglie di Monza celebrate in televisione, in città le riprese della Rai

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • "Aiuto la mamma è in pericolo", bimbo di tre anni chiama i vicini e salva madre

  • Il maltempo fa paura a Monza: prevista acqua a secchiate e grandine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento