rotate-mobile
Cronaca / Libertà / Viale Libertà

I poliziotti salvano il 40enne che vuole gettarsi dal ponte: "Sono stanco di questa vita"

L'uomo era stanco della vita che conduceva

Era stanco della vita che stava conducendo tra droga e piccoli reati. A quel punto la decisione di farla finita scegliendo come luogo per il suo estremo gesto il sottopasso di viale Libertà. Ma un cittadino, allarmato da quell’uomo che stava penzoloni in alto al ponte, ha subito allertato le forze dell’ordine. Sul posto si è recata una Volante della polizia di Stato.

L’uomo – un 40enne italiano – era lì, fermo,  seduto a cavalcioni sul ponte ed in bilico sul vuoto. A quel punto è iniziata la delicatissima fase di dialogo  dei poliziotti che hanno cercato di convincere l’uomo a non compiere il gesto estremo. Durante quella lunga chiacchierata il 40enne ha raccontato agli agenti che era tossicodipendente e pluripregiudicato con precedenti per furti e rapine. Era stanco di quella condotta di vita e aveva trovato come unica soluzione quella del folle gesto. I poliziotti hanno continuato a parlare con l’uomo e dopo mezz’ora di estenuante confronto sono riusciti a convicerlo e a farlo scendere dal ponte. Nel frattempo sul posto erano giunti anche i vigili del fuoco.

Dopo ulteriori controlli i poliziotti hanno scoperto che il 40enne la sera prima era stato fermato da una pattuglia, sempre della polizia di Stato, per un normalissimo controllo. Era stato trovato in possesso di due cacciaviti e di un involucro di cellophane contenente 0,8 grammi di cocaina. Per questo l’uomo, che dichiarava di essere assuntore abituale di droga, veniva sanzionato amministrativamente per uso di sostanza stupefacente. 

Il questore Marco Odorisio ha attivato la Divisione Polizia Anticrimine che ha adottato la misura di prevenzione del foglio di via dal comune di Monza, essendo il 40enne residente a San Giuliano Milanese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I poliziotti salvano il 40enne che vuole gettarsi dal ponte: "Sono stanco di questa vita"

MonzaToday è in caricamento