Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Poliziotti e trecento guardie giurate sui treni lombardi: “È il più grande piano sicurezza”

L'annuncio dell'assessore Sorte: "Siamo studiando il più grande piano della sicurezza

Parola d’ordine: sicurezza. La regione Lombardia sta studiando in questi giorni un piano sicurezza regionale che riguarderà treni e stazioni. Il punto cardine, come già annunciato ad aprile scorso dal Pirellone, sarà l’introduzione di guardie giurate, con ogni probabilità armate e con poteri da pubblico ufficiale. 

È stato Alessandro Sorte, assessore regionale alle infrastrutture e mobilità, a dare i numeri del progetto. "Stiamo studiando la possibilità di varare il più grande piano della sicurezza regionale a bordo dei treni e nelle stazioni - ha spiegato giovedì -. Un progetto che vedrebbe in campo non solo una rinnovata collaborazione con la Polfer, ma anche l'utilizzo di trecento guardie giurate che potrebbero presidiare la quasi totalità delle lineee ferroviarie lombarde".  Maggiore sicurezza, però, potrebbe voler dire maggiori costi.

"Nel 2016 - ha continuato Sorte - abbiamo deciso di non aumentare i prezzi dei biglietti ferroviari, dato in controtendenza rispetto a altre regioni italiane. È sicuramente un risultato molto importante. Nel 2017, nonostante i feroci tagli governativi, punteremo a fare altrettanto anche se questo piano straordinario senza precedenti potrebbe giustificare un ritocco dei biglietti, ma solo per risolvere quasi definitivamente il problema della sicurezza sui treni che, lo ricordo, non è una competenza regionale, ma visto il disimpegno del Governo, lo è di fatto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poliziotti e trecento guardie giurate sui treni lombardi: “È il più grande piano sicurezza”

MonzaToday è in caricamento