Monza, città avvelenata per i cani: “occhi aperti” per le polpette velenose nei parchi

Ormai è allarme per la sicurezza dei cani. A fine gennaio bocconcini velenosi sono stati trovati al parco e nei giardinetti di via Collodi. Piffer: "Serve una regia, ma no alla psicosi"

Le polpette trovate in via Collodi - Foto Valentina di Luca Fb

Il topicida, almeno dal colore e dalla consistenza, potrebbe essere lo stesso in entrambi i casi. L’obiettivo, folle e sfiorato, era certamente lo stesso: uccidere. Ma non si sa perché. E soprattutto non si sa chi. Chi, negli ultimi giorni di gennaio, si è divertito a disseminare nei parchi pubblici di Monza polpette avvelenate, pericolosissime per gli animali e - naturalmente - per i bambini. 

C’è un’emergenza veleno a Monza, che in questi giorni si è trasformata in un vero e proprio campo minato per i cani e i loro padroni. 

A farne le spese, per fortuna senza conseguenze irrimediabili, è stata Vale, la cagnolina di una ragazza che si è poi sfogata sul gruppo Facebook “Monza a 4 zampe”. “Parco di Monza. Ore 12,15. Prato ex Agraria, a poche decine di metri dalla porticina pedonale di via Lecco”, scrive la proprietaria che aveva portata la sua cucciola a fare una passeggiata. Passeggiata che, evidentemente, è finita nel peggiore dei modi, perché proprio lì “la mia golden ha mangiato uno di questi bocconi. I bocconi erano nell'erba, in zona aperta dove anche i bambini giocano. Ora sto pensando a salvare la mia Vale, dopo - assicura la giovane - seguirò l'iter con denuncia e tutto quello che servirà fare”. 

Vale, per fortuna, ce l’ha fatta. Il bocconcino l’ha costretta a qualche ora dal veterinario, ma alla fine ha vinto lei. La denuncia della sua proprietaria, però, non è l’unica arrivate in queste ore alle forze dell’ordine. 

La sera prima, infatti, un’altra ragazza aveva segnalato - sempre sul gruppo Facebook “Monza a 4 zampe” - la presenza nel giardinetto pubblico di via Collodi di altre dodici polpette contenenti una sostanza rosa acceso, verosimilmente topicida. Era stata lei stessa, poi, la mattina dopo a chiedere l’intervento della polizia locale, che nel parco aveva sequestrato ben trenta esche avvelenate, spedite all’Asl per le analisi del caso

La situazione, insomma, è seria. E la richiesta d’aiuto dei padroni di cani è arrivata anche tra i banchi dell’aula comunale. Il consigliere di PrimaVera Monza, Paolo Piffer, ha infatti raccolto le firme e chiesto al presidente della commissione sicurezza, Marco Lamperti, di convocare attorno ad uno stesso tavolo assessore, vigili, Asl, Enpa e tutte le altre parti coinvolte. 

“Nelle ultime settimane la situazione a Monza è decisamente degenerata - ammette il consigliere, da sempre attento al benessere degli animali -. Troppi i ritrovamenti in città di bocconi "anomali" che ora la Asl sta analizzando. 

“Il pericolo per bambini e animali è oggettivamente alto, attenzione però a non abbandonarsi ad una psicosi collettiva, non aiuterebbe nessuno”, sottolinea Piffer, che auspica “urgentemente una regia che metta ordine sulle prassi e che comunichi come agire ai cittadini in modo chiaro e semplice”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Naturalmente - conclude il consigliere - la seduta sarà pubblica e il contenuto verrà diffuso utilizzando tutti i canali possibili. Intanto, occhi aperti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale con un camion sulla provinciale a Usmate: morto ragazzo di 27 anni

  • Alla scoperta dei paradisi lombardi, per sentirsi come ai Caraibi (o quasi)

  • Usmate Velate, tragico schianto tra camion e auto: morto ragazzo di 27 anni

  • Incidente sull'Autostrada A4: schianto tra tre camion tra Certosa e Cormano, coda di 3 km

  • Alla scoperta delle grotte lombarde, per una giornata tra la bellezza e la magia

  • Coronavirus, mascherine al chiuso fino al 10 settembre: nuova ordinanza in Lombardia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento