Cronaca Centro Storico / Via Spalto Santa Maddalena

Ponte Colombo, prove di carico per testare la tenuta della struttura poi l'ultima gettata di asfalto e l'apertura

L’ultima settimana di gennaio sarà dedicata alle prove di carico per testare la tenuta della struttura. Poi con la posa del guard-rail e della segnaletica, il ponte potrà essere aperto al traffico veicolare e pedonale

Il ponte Colombo nel novembre scorso nel momento del getto del calcestruzzo

Entra nel vivo il collaudo del ponte sul fiume Lambro in via Colombo: l’ultima settimana di gennaio, infatti, sarà dedicata alle prove di carico per testare la tenuta della struttura.

La prima fase prevede le prove dinamiche: sul ponte saranno disposti degli “accelerometri” che registreranno le accelerazioni sia di tipo ambientale sia quelle provocate dal transito di persone e mezzi, operazione che consentirà ai tecnici di valutare il comportamento dinamico della struttura. Il secondo step prevede le prove statiche: il ponte sarà caricato con serbatoi d’acqua e mezzi per riprodurre le sollecitazioni massime di esercizio. Queste prove servono a misurare le deflessioni della struttura. Prima delle prove di carico sarà posato il «binder», cioè il primo strato di asfalto. Al termine delle operazioni si provvederà a posare il tappetino finale in asfalto.

Per questo, però, bisognerà aspettare che le temperature rigide di questi giorni risalgano di qualche grado. Poi, con la posa del guard-rail e della segnaletica, il ponte potrà essere aperto al traffico veicolare e pedonale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Colombo, prove di carico per testare la tenuta della struttura poi l'ultima gettata di asfalto e l'apertura

MonzaToday è in caricamento