Servicedent, dipendenti insorgono contro la Porsche dell'amministratrice

La lettera aperta dei dipendenti che ora chiedono che gli amministratori vengano sollevati dall'incarico

Immagine di repertorio

Manifestazioni, presidi e ora una lettera aperta. Dopo aver più volte ribadito le difficoltà affrontate dopo lo scandalo giudiziario che ha coinvolto l'imprenditrice Maria Paola Canegrati con l'indagine "Smile" che ha portato alla luce un giro di tangenti nella sanità pubblica, a scatenare la rabbia dei dipendenti della società Servicedent, che hanno ribadito di essere in attesa dello stipendio di dicembre e di non aver ricevuto la tredicesima, è stato un post su Facebook. E una foto: una Porsche nuova. 

Quella che uno dei due amministratori straordinari dell'azienda nominati dai prefetti di Monza e Milano, la commercialista monzese Laura Arosio, ha immortalato lo scorso 11 gennaio in un post pubblicato sul suo profilo Facebook e ripreso dal Corriere della Sera. Ora i dipendenti, molti dei quali in difficoltà, chiedono che gli amministratori prefettizzi vengano sollevati dall'incarico. Le indagini che hanno fatto seguito agli arresti del 2016 hanno infatti bloccato alcuni contratti e a pagarne le conseguenze con numerose difficoltà sono stati 600 dipendenti e 400 medici. 

La lettera dei dipendenti

"Sappiamo che il 3 gennaio, nonostante una situazione di crisi di liquidità che non consente neanche di pagare i medici e gli stipendi, ancora una volta, gli amministratori straordinari, hanno anticipato il loro interesse predisponendo il loro compenso di 786 mila euro e quello di tutti i loro consulenti per svariate altre decine di migliaia di euro, con avvenuto bonifico, utilizzando i soldi pervenuti da due delle Asst (Monza e Vimercate ) sotto loro supervisione".

I dipendenti, che si dicono certi che gli amministratori abbiano agito nel totale rispetto delle regole, parlano di una questione di opportunità. E il riferimento è ovviamente al post comparso sul profilo Facebook dell'amministratrice Laura Arosio comparso in data 11 gennaio e poco dopo rimosso in cui un commento e qualche fotografia mostrano il nuovo fiammante acquisto appena fatto presso un concessionario. 

"È opportuno che la dottoressa Arosio in data 11/01/2018 abbia pubblicato su un social network l’acquisto di un’auto di lusso mentre i dipendenti non hanno le possibilità economiche di fare la spesa?" domandano i dipendenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento