rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Post Gp

"Ecco che cosa resta dei prati del Parco dopo il Gran Premio"

La segnalazione di un monzese che lunedì mattina ha fatto una passeggiata al Parco

Solchi, terreno dissestato da migliaia di tifosi che nel weekend lo hanno calpestato. E poi le transenne. Questa la fotografia di alcuni angoli del Parco di Monza all'indomani del Gran Premio di Formula Uno. A immortalarli Lorenzo Citterio, monzese da sempre molto attento alle problematiche ambientali. 

Una fotografia che, in parte, rispecchia quanto ogni anno avviene. "Negli ultimi tre anni il lunedì mattina vado al Parco per vedere come è dopo tre giorni di invasioni di tifosi - spiega a MonzaToday -. Una passeggiata più che altro dettata dalla curiosità. E anche quest'anno ho fatto la stessa cosa".

Ma dopo il Gp del centenario dell'Autodromo il monzese ha trovato alcune novità rispetto agli anni scorsi. Che ha immortalato e condiviso sui social. "Per esempio le transenne, forse le biglietterie e gli accessi sono stati posizionati sui prati non sull'asfalto - prosegue -. Lunedì mattina gli operai le stavano smontando". Il manto erboso, naturalmente, ha subito importanti ripercussioni. "Ci sono i solchi dovuti al calpestio della gente e l'erba non c'è più - aggiunge -. Altri anni questo non era successo. Peraltro in passato il lunedì si poteva comunque accedere all'interno del perimetro dell'Autodromo, quest'anno invece no". 

Un post che, naturalmente, ha sollevato diversi commenti e soprattutto la richiesta, da parte di molti cittadini, anche di maggiore attenzione e rispetto al verde. C'è chi ha postato le immagini di transenne che gli anni passati venivano messe sull'asfalto proprio per evitare di danneggiare i prati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ecco che cosa resta dei prati del Parco dopo il Gran Premio"

MonzaToday è in caricamento