Sale su un tetto per scattarsi un "selfie" e precipita: ragazzino gravissimo al Niguarda

E' accaduto domenica a Gorgonzola, alle porte della Brianza. Un ragazzo di 16 anni è stato ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale Niguarda di Milano

Voleva scattarsi un selfie in cima a un tetto di un capannone dismesso, per immortalare la sua "impresa" solitaria e sfuggire alla noia di una festa di famiglia in un soleggiato pomeriggio estivo. 

Mentre si metteva in posa e si sporgeva sempre più verso il vuoto però qualcosa è andato storto. Le travi del pavimento della copertura di un vecchio edificio dismesso in via Milano a Gorgonzola hanno ceduto e il ragazzino, 16 anni, è precipitato. Il giovane ha fatto un volo di diversi metri e si è schiantato al suolo, provocandosi fratture molto gravi.

Nonostante il ragazzo fosse solo in quel momento, dopo che domenica pomeriggio aveva abbandonato il ristorante in cui erano in corso i festeggiamenti, qualcuno intorno alle 18.30 ha sentito le sue urla disperate e ha udito il rumore della caduta. Secondo quanto riporta il quotidiano Il Giorno è stato solo il tempestivo intervento di un giovane che ha evitato il peggio e ha permesso di dare immediatamente l'allarme ai soccorsi del 118 che si sono precipitati sul posto con un'ambulanza e l'elisoccorso.

Il 16enne è stato ricoverato, in codice rosso, in gravissime condizioni all'ospedale Niguarda di Milano. Sul posto anche i carabinieri della compagnia di Cassano d'Adda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento