Eccellenza targata San Gerardo, premiato a livello europeo il miglior lavoro di ricerca

Un importante riconoscimento per la Cardiologia della ASST di Monza

Ospedale San Gerardo

Monza ancora una volta sinonimo di eccellenza in ambito di Sanità. Il lavoro dell’Unità operativa di Cardiologia della ASST di Monza, diretta da Felice Achilli, è stato premiato come il miglior lavoro di ricerca, presentato nella sezione “The best ESC 2017”, il congresso dell’European Society of Cardiology. L'elaborato, redatto in collaborazione con il Centro Cardiologico Monzino di Milano e l’ospedale Molinette di Torino, aveva per oggetto l’utilizzo di cellule staminali autologhe nella cardiomiopatia ischemica.

A testimonianza della qualità dell’attività di ricerca clinica della Cardiologia del San Gerardo è arrivata anche la comunicazione dell’accettazione per la pubblicazione sull’EHJ, European Heart Journal, la rivista ufficiale della Società Europea di Cardiologia, di due articoli. Il primo relativo all’esperienza maturata sull’utilizzo dell’ECMO nell’arresto cardiaco, scritto a più mani in collaborazione con l’Unità di Anestesia e Rianimazione. Il secondo è la pubblicazione di un’altra esperienza significativa del gruppo di Aritmologia sull’utilizzo di un dispositivo per l’isolamento delle vene polmonari per la cura della fibrillazione atriale, a firma, tra gli altri, di Giovanni Rovaris, responsabile della Struttura semplice di Elettrofisiologia interventistica e cardiostimolazione della ASST di Monza.

“Questo riconoscimento è un’importante testimonianza della qualità della cura e della ricerca scientifica della Cardiologia della ASST di Monza”, conferma il Direttore Generale Matteo Stocco.

“Colgo l’occasione – aggiunge il dott. Achilli – per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a raggiungere questi significativi obiettivi scientifici che, insieme all’attività clinica, costituiscono il reale core del nostro lavoro”. L’attività di comunicazione e ricerca prosegue con un altro importante appuntamento: il 2 dicembre, all’Hotel de la Ville di Monza, si terrà un corso di aggiornamento sull’esperienza ventennale, dal 1997 al 2017, dell’insufficienza cardiaca al San Gerardo. Cinque ore formative che coinvolgeranno la cardiologia, la geriatria, la medicina interna, la nefrologia e la medicina generale.

Il dott. Achilli e il dott. Rovaris saranno anche i responsabili scientifici del primo “insidEP” che si terrà il 22 e 23 febbraio 2018 presso il San Gerardo, un evento di due giorni che avrà modo di riunire operatori e ricercatori, esperti nel campo dell’elettrofisiologia interventistica, in un ambiente altamente interattivo. I casi live infatti saranno trasmessi in diretta dalla sala operatoria. “Lo scopo – spiega Rovaris - è quello di offrire ai partecipanti un’esperienza approfondita sullo stato dell’arte delle tecnologie più recenti, tracciando una linea di comportamento per il trattamento delle più frequenti aritmie cardiache. Inoltre vuole essere un’occasione di interazione con i membri della Faculty e con i colleghi”.

Achilli e Rovaris-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento