rotate-mobile
Cronaca

Presa la ladra che ha scippato la senatrice Cattaneo

Il furto lo scorso 19 gennaio in metro a Milano. Chi è la presunta ladra

Tradita dagli abiti. E dal suo volto, già abbastanza noto. È stata fermata la presunta ladra accusata di aver scippato la senatrice a vita Elena Cattaneo, aggredita e derubata lo scorso 19 gennaio nel sottopassaggio che dalla linea verde porta a quella gialla in stazione centrale a Milano. 

Quel giorno, la 59enne brugherese - direttrice del laboratorio di biologia delle cellule staminali della Statale - era stata sorpresa alle spalle da una donna che le aveva portato via il portafogli, poi ritrovato poco distante. Cercando di reagire al furto, la senatrice a vita era caduta ed era poi stata portata al Cto, da dove era stata dimessa con una prognosi di quattro giorni. A quel punto era stata lei stessa a presentare la denuncia ai carabinieri di Brugherio, dove risiede.

Gli agenti della polizia e della Locale avevano subito recuperato le immagini delle telecamere di videosorveglianza della stazione, che avevano immortalato alcuni frame del blitz restituendo il volto della presunta ladra e gli abiti che indossava, gli stessi filmati tra l'altro qualche giorno prima, sempre in centrale, dove alcuni passeggeri avevano segnalato la presenza di gruppi di ladre in metro. La borseggiatrice - una 37enne, cittadina bosniaca, con numerosi precedenti - è stata intercettata martedì pomeriggio in metropolitana a Loreto ed è quindi stata fermata. 

La donna, incinta e considerata una vera e propria specialista dei furti in metro e stazioni, è stata indagata a piede libero. A suo carico è anche emersa una condanna a 2 anni e 6 mesi di reclusione, per gli stessi reati, che finora non è mai stata eseguita proprio per le numerose gravidanze. Stando a quanto appreso, a Milano non ha una dimora e l'unico documento che ghisa e agenti gli hanno trovato in tasca è stato un biglietto Flixbus per un viaggio da Roma Tiburtina e Lampugnano. La 37enne risponde dell'accusa di furto pluriaggravato per il luogo in cui è avvenuto il blitz, per la destrezza e per le condizioni di minorata difesa della vittima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presa la ladra che ha scippato la senatrice Cattaneo

MonzaToday è in caricamento