menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ex bosco della droga rinasce con un presepe speciale: l'iniziativa a Ceriano Laghetto

"Portare un simbolo di luce e speranza in un luogo di morte": questa la volontà del vicesindaco Dante Catteneo e dei volontari che hanno ideato l'iniziativa

Un tempo, quest'angolo di Ceriano Laghetto aveva la fama di "bosco della droga". E, in effetti, era esattamente questo: un piccolo bosco malfrequentato all'interno del Parco delle Groane, in zona Villaggio Brollo. 

Oggi le cose sono cambiate: negli ultimi mesi, il vicesindaco Dante Cattaneo e un gruppo comunale di volontari del Gst (Gruppo di supporto territoriale) si sono impegnati nelle operazioni di pulizia e controllo del bosco. Un'iniziativa culminata oggi nella realizzazione di un piccolo presepe, con la volontà di "portare un simbolo di luce e speranza in un luogo di morte".

“Abbiamo deciso di farlo qui per dare un segno forte di riscatto di un’area che è stata per anni in mano a spacciatori e tossicodipendenti, prima di essere finalmente bonificata grazie ad una serie di efficaci azioni delle forze dell’ordine e con il presidio continuo dei volontari” ha dichiarato Cattaneo.

Il presepe è stato realizzato dai volontari utilizzando anche le coperture dei rifugi di fortuna creati dagli spacciatori, rinvenuti nel corso delle operazioni di pulizia. “Il problema dello spaccio nel Parco delle Groane non è di certo risolto perché sappiamo bene che gli spacciatori si sono spostati più a sud, ma continuano ad insediare buona parte dell'area protetta ed è per questo che continuiamo a tenere alta la guardia e a presidiare questi luoghi bellissimi che devono tornare ad essere a disposizione di tutti i cittadini che vogliono entrare in contatto con la natura e lo devono poter fare senza paura" ha spiegato il vicesindaco. Concludendo così: "Qui serve l’impegno costante a tenere questi luoghi puliti e frequentati, magari anche abbelliti con un piccolo presepe per Natale, per far capire ai venditori di morte che non c’è più posto per loro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento