rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

La cicogna in Brianza: i primi nati a Vimercate, Desio e Carate

Il primo fiocco è azzurro

All'Asst Brianza il primo fiocco è azzurro. Si chiama Gabriele il primo nato all'ospedale di Vimercate. Erano le 00.49 quando Gabriele è nato per l'immensa gioia di mamma Gloria e di papà Andrea che vivono a Vimodrone, in provincia di Milano. L'ultima nata del 2021 a Vimercate alle 22.09 è stata Wisal accolta con gioia da mamma Fatima e papà Yassine di Cambiago. 

Il primo nato dell'ospedale di Desio si è fatto attendere un po' di più. Sulemain è nato alle 7.01 e pesa 3 kg. Mamma Fatima e papà Amine Fadli sono originari del Marocco e vivono a Lissone. A casa ad aspettare Sulemain c'era il fratellino Moad di 4 anni. L'ultimo nato del 2021 di Desio si chiama Mattia, secondogenito di mamma Veronica e papà Giuseppe di Lentate sul Seveso. E' nato alle 6.45. 

All'ospedale di Carate la cicogna ha fatto gli straordinari nella giornata del 31 dicembre con 5 parti, mentre alle 17 di oggi, 1 gennaio, non si registrano nascite. L'ultimo nato del 2021 è Michele, venuto alla luce alle 23.13 con grande gioia di mamma Alice e di papà Andrea di Torre de Busi in provincia di Bergamo. Penultimo Gabriele nato alle  20:31: mamma Elisa e papà Stefano, residenti a Seveso, sono felicissimi.

Nel 2021 i parti sono stati 1.178 (1.267 nel 2020); i nati invece 1.190 (1.272 nel 2020). L’andamento medio di quest’anno si attesta attorno ai 100 neonati al mese. I numeri 2021 segnalano una forte ripresa a dicembre con quasi 130 nati. “La denatalità contenuta in tutti questi ultimi anni del nostro punto nascita - spiega Tiziana Varisco, direttore della Struttura di Pediatria - è dovuta anche a tutto il lavoro di integrazione con il territorio, in particolare con i Consultori, nell'ambito dei diversi progetti del Percorso Nascita, e di implementazione dei percorsi di assistenza in autonomia da parte delle ostetriche per le gravidanze a basso rischio”.

“Pochissimi i neonati, circa 8 (pari allo 0,7%) che hanno avuto bisogno dell’assistenza intensiva e trasferiti presso la Terapia Intensiva del San Gerardo - spiega Anna Locatelli, Primario della struttura di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale, nonché direttore del Dipartimento materno infantile dell'Asst Brianza-. Vale la pena ricordare che i neonati con patologia di piccola e media intensità sono assistiti presso il nostro reparto, con il grande vantaggio di evitare la separazione mamma-neonato che anche se breve può influire negativamente sull’allattamento e il benessere del piccolo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cicogna in Brianza: i primi nati a Vimercate, Desio e Carate

MonzaToday è in caricamento