Bambina malata di meningite a Giussano: scatta la profilassi per 33 compagni di scuola

La bimba è stata ricoverata all'ospedale Buzzi di Milano, le sue condizioni sono stabili

Immagine repertorio

È in prognosi riservata e in condizioni stabili la bambina di 10 anni di Giussano (Monza e Brianza) ricoverata da domenica mattina all'ospedale Buzzi di Milano per meningite. Regione Lombardia, tramite l'Ats, ha avviato tutte le procedure per la profilassi dei contatti nel pieno rispetto delle linee guida internazionali e delle indicazioni regionali.

"Ats Brianza - ha spiegato l'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera - ha già avviato la profilassi antibiotica ai compagni di classe e ai bambini di un'altra classe che normalmente ha contatti con quella frequentata dalla bambina, in tutto 33 bambini. L'attività profilattica è stata estesa anche ai contatti della parrocchia e del centro sportivo frequentato dalla bimba, all'incirca altre 17 persone. Una volta ricevuto l'elenco delle persone, Ats procederà alla profilassi di tutte le persone coinvolte che sarà conclusa presumibilmente entro domani sera al massimo. La famiglia è già stata profilassata in ospedale". "Sono stati inviati - ha sottolineato l'assessore - presso il centro di riferimento regionale per le malattie invasive batteriche del Policlinico di Milano, campioni per le indagini molecolari finalizzate al riscontro di positività per meningococco e la definizione del sierotipo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

- "L'Ats Brianza - ha continuato Gallera - ha organizzato, lunedì pomeriggio un incontro con i genitori della scuola elementare primaria di Giussano, terminata alle 15.30. Durante l'incontro a cui erano presenti 150 persone, tra cui rappresentanti del Comune, il preside e diversi insegnati della scuola, l'Ats ha ribadito che la trasmissione avviene se il contatto con il soggetto malato si prolunga per diverso tempo o diversi giorni ed ha risposto alle numerose domande dei genitori su contagio e sintomi. Ha inoltre chiarito che, a titolo precauzionale, la profilassi è stata allargata anche a chi ha un rischio basso". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento