Profughi all'Asl di Muggiò, i cittadini chiedono risposte al comune

Qualcuno ha visto diversi cittadini stranieri accompagnati al distaccamento territoriale dell'Asl locale: l'amministrazione ha risposto a tutte le perplessità dei cittadini

Qualcuno ha visto un gruppo di cittadini stranieri accompagnati con un autobus all'Ufficio di Igiene di via Dante a Muggiò lunedì pomeriggio e in paese, immediatamente, sono scoppiate le polemiche da parte dei cittadini per la presunta mancata comunicazione dell'arrivo di alcuni cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale sul territorio.

Per chiarire la situazione e dare una risposta ai dubbi sollevati dai residenti l'amministrazione comunale di Muggiò ha predisposto una nota stampa dove viene affrontata nel dettaglio la questione. 

"Si tratta di operazioni di profilassi sanitaria coordinate dalla Prefettura di Monza e Brianza in collaborazione con la cooperativa che gestisce per conto dell'Ente di Governo l'accoglienza e l'inserimento dei richiedenti asilo politico in arrivo sul territorio di Milano e Monza che approdano nel centro di prima accoglienza di Bresso, gestito dalla Croce Rossa Italiana" si legge nel testo reso noto dal municipio.

"Le operazioni di profilassi sanitaria sono abitualmente erogate dai presidi ASL di Usmate e Giussano che durante il periodo estivo e le conseguenti ferie del personale medico, prevedono una riorganizzazione dei servizi sanitari. In conseguenza di ciò, l'Azienda ASL Monza e Brianza ha utilizzato il presidio di Muggiò" spiegano dal comune.

“L'Amministrazione Comunale non viene informata in via preventiva di queste operazioni sanitarie e, di conseguenza, non può darne per tempo informazione alla cittadinanza” ha precisato il Vicesindaco Elisabetta Radaelli dopo aver affrontato la questione con il Direttore Sociale dei Distretti Asl di Desio e Seregno, Fabio Muscionico.

"L'afflusso proseguirà per tutto il periodo estivo, anche se con frequenza e intensità, che per le motivazioni sopra esposte, non sono prevedibili" conclude la nota.

Martedì invece dal municipio di Agrate Brianza, dopo la denuncia di una delegazione della Lega Nord in visita all'hub provinciale alla ex casa cantoniera della presenza di 121 ospiti anzichè 50, è partita una lettera alla Prefettura e al Presidente della Provincia di Monza e Brianza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento