Lissone, i profughi diventano volontari per il comune

Da lunedì due ospiti del Centro sociale Botticelli che hanno accolto la proposta inizieranno la loro attività nelle squadre degli operai comunali: si occuperanno di lavori di verniciatura e piccola manutenzione del verde pubblico

Foto di repertorio

Inizieranno la loro attività di volontari lunedì, entrando in servizio, a titolo gratuito, nelle squadre di operai comunali. Due richiedenti asilo internazionale ospiti del Centro sociale Botticelli di Lissone hanno aderito alla proposta del comune di prestare volontariamente la loro opera per lavori di pubblica utilità.

Prima di mettersi all’opera gli ospiti hanno partecipato, insieme a un gruppo di altri volontari che entrerà in servizio nelle prossime settimane, ad un incontro formativo di base nei locali del magazzino comunale in via Leopardi. I due volontari si occuperanno di lavori di verniciatura e piccola manutenzione del verde pubblico.

L’iniziativa è stata possibile grazie alla proposta deliberata dalla giunta Monguzzi nel dicembre 2014 che ha avviato il cammino burocratico per attivare una collaborazione volontaria con gli ospiti allo scopo di facilitare l’integrazione dei migranti nel tessuto sociale. Per assolvere a tutte le procedure burocratiche è stato predisposto un apposito protocollo d’intesa con la Prefettura, la Provincia, i Comuni di Monza e Brianza e i sindacati, mentre il Consorzio Comunità Brianza - che gestisce il centro Botticelli - ha stipulato un’apposita assicurazione per eventuali danni da infortuni.

“Ora i primi due volontari (in seguito presteranno attività di volontariato altri giovani stranieri), muniti dell’attrezzatura e del materiale comunale - unica spesa prevista per la collettività-” precisano dal municipio “potranno mettersi all’opera, sviluppando un servizio certamente utile, ma anche partecipando a un progetto educativo e sviluppando un percorso di integrazione in cui in un certo senso «restituiscono», con il loro impegno, l’aiuto economico e sociale ricevuto dall’Italia e dai suoi cittadini attraverso i canali del ministero dell’Interno”.

Intanto a Limbiate è tutto pronto per accogliere i primi ospiti del centro di accoglienza per richiedenti asilo internazionale allestito negli spazi degli ex uffici della Provincia di Monza e Brianza (Guarda le foto).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento