menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Niente più richiedenti asilo nel condominio di via Asiago: trasferiti anche gli ultimi due ospiti

Nel residence di nuova costruzione una decina di famiglie oltre due anni fa aveva denunciato la difficile convivenza con un centinaio di profughi ospiti negli appartamenti

Niente più richiedenti asilo in via Asiago. Questa settimana anche gli ultimi due ospiti hanno lasciato gli appartamenti che erano stati messi a disposizione dalla cooperativa che si occupa di accoglienza nello stabile di nuova costruzione del quartiere San Rocco.

Proprio la palazzina, mesi fa, era finita al centro delle cronache locali e nazionali, per la difficile situazione di convivenza denunciata da una decina di famiglie italiane residenti che si erano ritrovate a convivere con centotrenta cittadini stranieri richiedenti asilo.

Dopo le proteste e la mobilitazione mediatica era scoppiato anche il caso politico e le richieste alla Prefettura per trovare soluzioni alternative. Il numero dei cittadini richiedenti asilo ospitati poi era sensibilmente sceso e ora anche gli ultimi diciotto ospiti presenti sono stati trasferiti e destinati a una diversa sistemazione. 

Sabato il sindaco di Monza, Dario Allevi, che già in campagna elettorale si era interessato al caso, sarà in via Asiago per incontrare i residenti insieme agli assessori Federico Arena e Andrea Arbizzoni. 

"Sono finalmente soddisfatta perchè dopo due anni e mezzo siamo arrivati alla fine di questa storia tormentata" ha commentato Tatiana Russi, residente dello stabile e sostenitrice fin dall'inizio della causa. "Abbiamo avuto ragione fin da subito perchè questa situazione di accoglienza non poteva esistere in un contesto condominiale privato".

"Ringraziamo l'attuale amministrazione e in particolare il sindaco Dario Allevi che ci è sempre stato vicino e sostenuti e che a differenza di altri dalle parole è arrivato ai fatti" ha concluso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento