"Ospiti in casa nostra", il caso della palazzina di via Asiago a Monza

Sabato la Lega Nord ha fatto visita ai residenti per accogliere la loro protesta e in via Asiago a Monza sono arrivate anche le telecamere di Rete4

Il servizio sul caso di via Asiago è andato in onda durante il programma "Dalla Vostra parte" su Rete 4

Una palazzina di recente costruzione, classe energetica A, pannelli solari e un colonnato con aiuole verdi e giochi per bambini. Questo il "nido" in cui tante giovani coppie hanno deciso di investire i propri risparmi e di mettersi sulle spalle un mutuo per formare una famiglia e far crescere i loro bambini. Siamo in via Asiago a Monza, appena alla periferia della città, a ridosso di via Borgazzi.

Qui però, mentre i tanti appartamenti rimasti vuoti faticavano a riempirsi nel periodi di crisi immobiliare, qualcuno ha pensato bene di farli "fruttare" comunque e l'impresa costruttrice ha dato in concessione quattordici appartamenti a una coperativa che si occupa di gestire l'accoglienza dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale sul territorio. 

Nel condominio così oggi vivono trentasei cittadini italiani e oltre centoventi stranieri e gli abitanti hanno ammesso di sentirsi "ospiti in casa propria". Sabato mattina in via Asiago, al confine con via Borgazzi, la Lega Nord con il segretario cittadino Federico Arena e il capogruppo del Carroccio in Regione Massimiliano Romeo ha effettuato un sopralluogo per ascoltare l'appello dei residenti. Lunedì sera poi la trasmissione di Rete4 "Dalla Vostra Parte" è tornata con le telecamere in via Asiago per occuparsi di quello che ormai è diventato un "caso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Centoventisei immigrati piazzati in una palazzina dove risiedono solo una decina di famiglie italiane, vite quotidiane completamente stravolte e le case, comprate con molta fatica, oggi fortemente svalutate. Io ci manderei lì Sindaco, vicesindaco e prefetto a vivere per capire cosa vuol dire" aveva dichiarato il segretario cittadino Federico Arena all'indomani della visita alla palazzina dove oggi gli abitanti faticano a sentirsi a casa propria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

  • Il coronavirus torna a far paura: "Situazione può diventare esplosiva, adesso Monza rischia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento