"Vattene, qui comanda il mio ragazzo": prostituta minacciata con una pistola a Monza

La giovane lucciola è stata minacciata da due sconosciuti che l'hanno avvicinata in auto e poi le hanno puntato contro un'arma. Indagini in corso da parte della polizia di Stato

Una questione di "spazi", un diverbio tra prostitute e, infine, le minacce con un'arma da fuoco e la paura. A Monza nella notte tra mercoledì e giovedì una giovane lucciola romena di 26 anni è stata avvicinata da una "collega" mentre si prostituiva lungo viale Brianza. La rivale invitato la ragazza ad allontanarsi perchè, a detta sua, stava occupando una zona "controllata" dal suo ragazzo che non gradiva la sua concorrenza. 

Nonostante lo screzio, la prostituta ha continuato a "lavorare" ma poco dopo a ridosso del marciapiede ha accostato un'auto da cui insieme alle parole di minaccia è spuntata anche un'arma da fuoco. Spaventata per l'intimidazione la 26enne si è allontanata e ha deciso di denunciare l'episodio ai poliziotti del commissariato di Polizia di Stato di Monza.

Gli agenti adesso stanno indagando sull'episodio e sono al lavoro per rintracciare i responsabili e identificare l'arma. A bordo della vettura c'erano presumibilmente due uomini e le minacce sarebbero maturate nell'ambiente della prostituzione per il controllo dell'attività nell'area. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento