menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Graffi, botte e danni all'auto: prostituta aggredisce un cliente

La donna, 30 anni, era stata arrestata e poi espulsa ma è rientrata come richiedente asilo e poi ha fatto perdere le sue tracce. Arrestata a Monza

Ferite, graffi, calci e botte all'auto. Mercoledì sera un pensionato comasco ha chiesto aiuto al commissariato di Polizia di Stato per fermare la "furia" di una prostituta che lo aveva aggredito in viale Lombardia, dove ha affermato di essere capitato "casualmente" proprio a quell'ora tarda nella zona frequentata da prostitute. 

Quando una volante è arrivata sul posto ha trovato il pensionato fermo in strada con diverse ferite e si è messa alla ricerca della ragazza che, nel frattempo, aveva provato ad allontanarsi senza successo. La prostituta, una 30enne nigeriana, è stata rintracciata in una via poco distante e riconosciuta dal pensionato. 

La donna, O. A. N., è stata portata in commissariato per alcuni accertamenti ed è emerso che la trentenne era stata arrestata per spaccio di stupefacenti e condannata a quattro anni di reclusione. Nel 2010 però, approfittando delle misure previste dal decreto svuota-carceri, la donna aveva ottenuto l'espulsione come misura alternativa ai due anni che le restavano da scontare. Anzichè aspettare dieci anni prima di rientrare in Italia però la donna era rientrata nel paese come richiedente protezione internazionale. Poi la 30enne era stata identificata a luglio a Bergamo e da qui le autorità avevano fatto partire una segnalazione ma la donna aveva fatto perdere le sue tracce.

L'hanno ritovata a Monza i poliziotti dopo l'aggressione subita dal pensionato. La prostituta è stata arrestata e dovrà scontare i due anni di reclusione della precedente condanna nonchè rispondere delle violazioni relative al reingresso anticipato sul territorio italiano. Il pensionato in seguito all'aggressione e alle botte ricevute dalla prostituta è stato medicato e ha riportato ferite lievi guaribili in cinque giorni ma non ha sporto querela contro la ragazza. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento