menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchiano e feriscono una prostituta per rapinarla: la polizia di Stato arresta un richiedente asilo

In manette per rapina in concorso è finito un 21enne del Gambia ospitato in una struttura a Villasanta

L'hanno avvicinata con una scusa e poi sono passati alle mani, colpendola più volte al volto e ferendola al seno con un coltellino. Vittima di un'aggressione finita in rapina nella notte di venerdì è stata una prostituta nigeriana di 30 anni che è stata picchiata e derubata.

Quando la ragazza è stata accerchiata in via Monte San Primo, nei pressi del centro commerciale Auchan, era da poco passata la una e la lucciola ha tentato di difendersi e ha urlato per chiedere aiuto ma i due uomini sono riusciti a strapparle la borsa con all'interno due cellulari e duecento euro circa. Un addetto alla vigilanza del vicino shopping center ha avvertito le urla ed è corso in strada: l'uomo ha cercato di bloccare uno dei due aggressori, trattenendolo con l'aiuto della vittima. Il secondo uomo invece è riuscito a fuggire.

Sul posto pochi istanti dopo è giunta una volante della polizia di Stato che ha arrestato per rapina in concorso uno dei due aggressori: si tratta di un cittadino originario del Gambia di 21 anni, ospite come richiedente asilo in una struttura di Villasanta. Addosso a lui i poliziotti hanno rinvenuto anche un coltellino che sarebbe stato usato per ferire superficialmente la ragazza al petto. 

La vittima è stata soccorsa da un'ambulanza del 118 e trasferita in codice verde al Policlinico di Monza per le cure.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento