Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Cadavere di donna in un container: è una prostituta massacrata di botte

Per l'omicidio è stato fermato un camionista di 37 anni che ha già un grave precedente

L’ha portata in un luogo appartato e l’ha massacrata di botte.

La disavventura di una prostituta di origine albanese in provincia di Bergamo è finita in tragedia.

Il suo corpo è stato ritrovato nella tarda serata di lunedì in un container nei pressi di un cascinale isolato.

La donna è stata probabilmente uccisa con calci e pugni.

Per l’omicidio è stato arrestato un uomo di 37 anni, un camionista di Cene, che mentre scappava dal luogo dove ha occultato il cadavere della lucciola ha avuto un incidente.

Proprio da quel sinistro sono partite le indagini per risalire a lui.

L’uomo inoltre in passato era già stato arrestato per aver picchiato una prostituta di origine romena e averle rotto due costole: all’epoca la donna era però riuscita a scappare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere di donna in un container: è una prostituta massacrata di botte

MonzaToday è in caricamento