Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Via Dante

Scoperto centro massaggi cinese a luci rosse, cinque arresti a Monza

Nel mirino degli investigatori è finito il centro benessere orientale "Tuina" in via Dante. I carabinieri monzesi hanno dato esecuzione a cinque ordinanze di custodia cautelare

Dall’esterno sembrava un centro massaggi orientale. Dentro però i clienti, pagando un piccolo extra, oltre ai trattamenti ottenevano rapporti sessuali e prestazioni a luci rosse.

Un centro massaggi cinese della prostituzione è stato scoperto a Monza dai carabinieri del nucleo Investigativo che, con l’operazione "Fiori di Loto!, hanno dato esecuzione a cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Nel mirino degli inquirenti, coordinati dal Dott. Alessandro Pepé della Procura della Repubblica di Monza, è finito il centro massaggi “Tuina” di via Dante 30, a pochi passi dalla Villa Reale e dal Parco.

L’indagine, avviata nel luglio 2015, ha ricostruito come il locale, intestato fittiziamente a una cittadina cinese, fosse in realtà gestito da due uomini italiani a capo del sodalizio criminale. Si tratta di Nicola Domenico Colicchio, 56enne di Cologno Monzese, agente della polizia locale di Milano già sospeso dal servizio per un’altra indagine, e di Papaleo Domenico, 44anni. Nonostante la licenza fosse formalmente intestata a Wang Lichun, 46enne cinese, in realtà l’attività era di proprietà dei due italiani che curavano il pagamento dell’affitto dei locali, pagavano le bollette e si occupavano della pubblicità online su siti “specializzati” in incontri sessuali.

CONTINUA --->

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto centro massaggi cinese a luci rosse, cinque arresti a Monza

MonzaToday è in caricamento