menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I sindaci della Brianza in treno per protesta

I primi cittadini dei comuni della Brianza lunedì 12 settembre prenderanno il treno che da Seregno conduce a Monza per dar voce ai disagi dei pendolari che ogni giorno affollano le stazioni

Treni affollati, vecchi e puntualmente in ritardo.

Contro i problemi che da sempre affliggono i pendolari scendono in campo anche i sindaci. Si tratta di un’iniziativa voluta dai primi cittadini di Biassono, Desio, Lissone, Macherio, Monza, Muggiò, Seregno, Sovico e Vedano al Lambro che, con un gesto simbolico, si schierano a favore delle migliaia di persone che ogni giorno viaggiano sulla tratta ferroviaria Seregno-Monza.

Lunedì 12 settembre infatti ci saranno anche loro, tutti insieme, sul treno che in partenza alle 7.22 da Seregno raggiungerà Monza. Una data non casuale, coincidente con l’inizio delle scuole, per dare un segno della vicinanza delle amministrazioni comunali, non solo ai lavoratori ma anche agli studenti.

Non si tratta di una rumorosa protesta ma di un gesto che vorrebbe sensibilizzare la Regione Lombardia e l’azienda Trenord ai problemi dei viaggiatori. Tra questi il sovraffollamento, soprattutto nelle ore di punta, i guasti tecnici, i frequenti ritardi e la scadente qualità del servizio a fronte di un continuo aumento del costo dei biglietti.

All’arrivo a Monza, previsto per le ore 8, seguirà una conferenza stampa nella sala d’aspetto della stazione dove i sindaci e l’assessore al Trasporto della Provincia di Monza Brianza chiederanno un incontro con l’Assessore regionale alle Infrastrutture Maurizio Del Tenno per discutere delle problematiche e trovare una soluzione.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Monza usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento