Cartelloni pubblicitari abusivi e "pericolosi", dieci impianti rimossi dal comune

"Il personale del Comune ha già rimosso due impianti pubblicitari sulla SP3 e uno in via Dante è in fase di smantellamento" ha spiegato il sindaco di Concorezzo Mauro Capitanio

Immagine di repertorio

Abusivi e in alcuni casi pericolosi per la circolazione di automobilisti e pedoni. Il comune di Concorezzo ha dichiarato "guerra" ai cartelloni pubblicitari abusivi in città.

Nel comune brianzolo è iniziata una campagna di rimozione coatta degli impianti pubblicitari abusivi installati sul territorio che sono circa una decina dopo il mancato rispetto delle ordinanze comunali di rimozione da parte delle aziende coinvolte.

“Il personale del Comune ha già rimosso due impianti pubblicitari sulla SP3 e uno in via Dante è in fase di smantellamento. Il lavoro proseguirà anche nelle prossime settimane e a stretto giro verranno eliminate tutte le installazioni abusive- ha spiegato il sindaco di Concorezzo Mauro Capitanio-. Si tratta di un’azione drastica indispensabile per garantire prima di tutto la sicurezza stradale. Alcuni di questi cartelloni sono infatti stati installati in difformità alle norme del codice della strada, a tutela degli automobilisti e dei pedoni.

Una volta terminata la rimozione dei tabelloni abusivi, verrà attivata la procedura per il recupero delle spese, sostenute dal Comune, a carico delle aziende coinvolte nella vicenda a cui verranno anche elevate le sanzioni previste per legge. Conclusa l’operazione di rimozione degli impianti pubblicitari abusivi, la situazione sarà monitorata periodicamente. Eventuali future nuove installazioni prive dei permessi comunali verranno subito eliminate.

"L’invito a chi procede con l’acquisto dei servizi di affissioni pubblicitarie è quello di verificare che l’azienda interessata da questo genere di attività abbia tutti i permessi in regola con il Comune suggeriscono dal municipio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento