rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
cronaca

Raccolta fondi in memoria di Matteo Barattieri

Attivata dalla famiglia servirà non solo per riportare a casa la salma dell'ambientalista

Esattamente una settimana fa il tragico evento. Matteo Barattieri, classe 1965 simbolo dell'ambientalismo monzese, viene investito mortalmente da un'auto mentre è negli Stati Uniti, a Nashville, per seguire un concerto dei Blondie il suo gruppo preferito. A distanza di sette giorni la famiglia organizza una raccolta fondi. 

"I fondi raccolti saranno destinati in parte al rimpatrio di Matteo e alle spese legali - si legge nel testo della raccolta che sta già facendo il giro della rete -. L'obiettivo principale è dare seguito ai progetti legati all'Ambiente, alla Natura e all'Educazione Civica che tanto gli stavano a cuore". A distanza di una settimana dalla morte di Barattieri la polizia americana non ha ancora rintracciato il presunto pirata della strada, o pirati della strada visto che negli ultimi giorni dalle testimonianze raccolte sembra che in quel momento lungo il viale transitasse anche un pick up. Non si sa neppure quando la salma di Matteo rientrerà in Italia. 

In questi giorni sono state tantissime le dimostrazioni d'affetto che amici e conoscenti (reali e virtuali) hanno avuto nei confronti della famiglia. Un tragico destino quello di Barattieri: Matteo che si spostava esclusivamente a piedi o in bicicletta ha trovato la morte camminando. I 15 km che dividevano l'hotel al luogo del concerto non lo spaventavano. Matteo era abituato a macinare strada, anche in quegli Stati Uniti dove gli spostamenti, anche piccoli, avvengono solo in auto.

In questi giorni la rete si è riempita di immagini e di ricordi di Matteo Barattieri. Fin da subito gli amici si erano resi disponibili ad attivare una raccolta fondi, ma prima hanno aspettato il via libera della famiglia. Poi le proposte di raccogliere pensieri e ricordi di Matteo, di intitolargli una via all'interno del Parco, di candidarlo il prossimo anno per il Giovannino d'oro, la massima onorificenza cittadina. 

Ma soprattutto di mantenere vivo il suo impegno reale e concreto in difesa della natura, di portare avanti il suo spirito libero e leale. Lo spirito di chi, senza se e senza ma, ha sempre difeso il nostro pianeta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta fondi in memoria di Matteo Barattieri

MonzaToday è in caricamento