18enne uccisa, sul corpo nessun segno di difesa. Quasi certamente conosceva l'assassino

Lunedì l'autopsia della ragazza uccisa a San Rocco in via D'Annunzio. Tuttavia dal primo esame del suo corpo non sarebbero emersi evidenti segni di tentativi di difesa. Gli inquirenti cercano di ricostruire la sua vita sentimentale

Mentre si attende per lunedì il risultato dell'autopsia sul corpo di Sharna, non sono emersi a prima vista segni di difesa.

Questo, insieme al dettaglio della porta senza segni di scasso e chiusa non a chiave, fa ritenere che la 18enne conoscesse il suo assassino e l'avesse fatto entrare in casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ragazza svolgeva lavori saltuari e avrebbe avuto un marito in Bangladesh.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento