Cronaca San Giuseppe / Via Philips

In 20 in coda dopo la chiusura fuori dall'hub per il vaccino "avanzato": arriva la polizia

Un gruppetto di circa venti giovani si era radunato fuori dal centro Philips convinto erroneamente di poter chiedere di ricevere la somministrazione di eventuali sieri inutilizzati durante la giornata

Si sono messi in coda fuori dal centro vaccinale ormai chiuso nella speranza di poter ricevere una dose di siero "avanzata" durante la giornata. Un'informazione falsa, circolata in qualche canale social, ha portato mercoledì sera una ventina di giovani tra i venti e i trent'anni a darsi appuntamento a Monza, presso l'hub vaccinale del centro Philips.

E questo non sembra essere stato un episodio isolato: le code improvvisate sarebbero apparse anche nelle scorse settimane. Intorno alle 20 del 12 maggio è arrivata anche la polizia di Stato. Gli agenti della Questura di Monza hanno avvicinato i ragazzi che hanno spiegato agli uomini in divisa di essere in attesa della possibile somministrazione di una dose di vaccino anticovid. I poliziotti hanno chiarito che non erano presenti vaccini "extra" e che l'attività del centro vaccinale, in funzione da qualche settimana, era impostata in maniera tale da inoculare tutte le dosi predisposte secondo uno specifico elenco di persone aventi diritto per tipologia e fascia d'età che avevano già effettuato correttamente la prenotazione.

Convinti, i ragazzi si sono allontanati spiegando anche di aver appreso queste informazioni infondate su qualche canale social. All'interno del centro vaccinale non era più presente nemmeno il personale sanitario che si era già allontanato dopo aver concluso l'attività della giornata. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 20 in coda dopo la chiusura fuori dall'hub per il vaccino "avanzato": arriva la polizia

MonzaToday è in caricamento