Minacciato con un coltello e rapinato: i carabinieri trovano i banditi attraverso Facebook

Nei guai due cittadini moldavi, arrestati dai carabinieri della compagnia di Desio

Immagine repertorio

In cella grazie a Facebook. È stato anche grazie a un’indagine sui social network se i carabinieri di Desio sono riusciti ad arrestare i due banditi che il 14 marzo 2018 avevano messo a segno una rapina ai danni di un romeno di 30 anni che vive Nova Milanese e lavora in un ristorante di Milano. 

L'aggressione e la rapina

Tutto era accaduto di notte: i rapinatori avevano seguito il 30enne dal locale fino a casa. Sapevano che aveva in tasca lo stipendio in contanti, quindi lo hanno minacciato con un coltello, si sono fatti consegnare tutte le banconote e poi lo avevano malmenato a suon di calci e pugni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini

La vittima aveva raccontato agli investigatori di aver riconosciuto uno dei due aggressori in un compagno di palestra. E così i militari si sono recati nella struttura dove, attraverso l'elenco degli iscritti, sono arrivati a uno dei presunti rapinatori. Cercando nel suo profilo Facebook sono arrivati al presunto complice. I malviventi, entrambi cittadini moldavi, sono stati riconosciuti dalla vittima e arrestati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento