Rapina al bar in 60 secondi: irruzione con la pistola e cassa svuotata, arrestati due uomini

I due - un 39enne e un 47enne - sono stati arrestati dai carabinieri. Avevano rubato 600 euro

Erano entrati nel locale e avevano puntato l'arma contro il titolare. Poi, in un minuto scarso, erano usciti ed erano fuggiti con i soldi. Proprio per quel blitz - adesso, a due anni di distanza - sono stati colpiti da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. 

Video | Pistola contro il titolare: la rapina nel bar

Due uomini - uno di trentanove anni e uno di quarantasette, entrambi italiani ed entrambi pregiudicati - sono stati arrestati con l'accusa di rapina aggravata per aver svaligiato il bar Guzzi di Gorgonzola il 25 novembre del 2016.

Quel giorno, i due - uno con un passamontagna e uno con il volto coperto dal cappuccio - si erano presentati nel bar impugnando una pistola e un coltello. I rapinatori avevano minacciato il titolare e lo avevano costretto ad aprire la cassa: quindi, avevano afferrato tutti i soldi - circa seicento euro - ed erano scappati a bordo di una macchina. 

Partendo dalle immagini registrate dalle telecamere e da due numeri della targa dell'auto - visti da un passante -, i carabinieri di Cassano d'Adda sono riusciti a dimostrare che a entrare in azione erano stati proprio il 39enne e il 47enne e hanno ottenuto nei giorni scorsi l'ordinanza di custodia cautelare. 

I militari l'hanno notificata ai due nel carcere di San Vittore e Opera, dove si trovano per vecchi guai con la giustizia. Il primo a finire in manette - a dicembre del 2016 - era stato il 39enne: i militari lo avevano fermato a Dalmine subito dopo un tentativo di rapina in un negozio di giocattoli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento