Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rapina e violento pestaggio in stazione a Monza: due arresti

 

Una rapina e un pestaggio brutale in stazione. La polizia di Stato ha dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di due cittadini marocchini ritenuti responsabili, in concorso, di rapina aggravata e lesioni aggravate.

In carcere sono finiti E.I.Y., un ventisettenne residente a Lentate sul Seveso e Z.Y., trentuno anni, residente a Olgiate Molgora. I fatti sono avvenuti lo scorso sei dicembre quando un giovane cittadino nigeriano di 28 anni, richiedente protezione internazionale, residente a Vedano al Lambro, è stato prima derubato del suo telefono cellulare e poi brutalmente aggredito e picchiato fuori dalla stazione.

L'intera scena è stata immortalata dalle telecamere di videosorveglianza della stazione ferroviaria che hanno consentito ai poliziotti della Squadra Investigativa del commissariato di Monza di individuare e arrestare due dei quattro componenti della banda. 

La vittima è stata picchiata da tutti e quattro i complici con bottigliate in testa, calci e pugni sulla schiena: dopo il pestaggio il malcapitato ha riportato un trauma cranico e ha dovuto ricorrere alle cure mediche. 

All'ndomani dell'arresto di due dei suoi aggresori, anche la vittima, il 28enne nigeriano, è finito in manette. L'uomo infatti nella serata di sabato ha aggredito e rapinato un uomo in corso Milano e poi ha picchiato gli agenti che qualche ora dopo lo hanno raggiunto e identificato grazie alla descrizione fornita dalla vittima. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MonzaToday è in caricamento