Rapina al centro profughi: migrante minaccia un volontario e si fa consegnare tutti i soldi

È successo a Giussano, nei guai un cittadino del Gambia di 22 anni

Immagine repertorio

Prima le minacce, poi la rapina: ha preso un paio di forbici e le ha puntate contro un volontario del centro profughi di Giussano facendosi consegnare tutti i contanti che aveva in tasca. Infine è scappato, ma è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Seregno.

Tutto è accaduto nella giornata di lunedì 9 luglio all'interno della struttura di via Pola quando il rapinatore — un cittadino del Gambia di 22 anni, ex ospite del centro di accoglienza — ha derubato uno dei volontari della cooperativa Girasole riuscendo a farsi consegnare 160 euro.

Non è riuscito a farla franca: i carabinieri della compagnia di Seregno lo hanno rintracciato non lontano dalla struttura e lo hanno arrestato dopo un inseguimento. Per lui sono scattate le manette ed è stato ristretto nel carcere di Monza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento