rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca Cesano Maderno

"Ho una bomba", fa irruzione nel negozio armato ma arrivano i carabinieri: arrestato

Il colpo in un compra-oro di Cesano Maderno martedì pomeriggio. Rapina sventata grazie al sangue freddo dell'impiegata che ha dato l'allarme. Il primo a intervenire insieme ai colleghi è stato il marito della donna, un carabiniere in servizio a Seveso

E' entrato all'interno del negozio come un normale cliente. Ma a tradirlo è stato subito il silenzio che ha accompagnato il suo ingresso, che si è fatto più assordante ogni istante che passava fino a che non ha consegnato un foglio di carta all'impiegata oltre il bancone. Scritte, nero su bianco, poche parole: "Ho una bomba". E lo sguardo è subito passato a quel dispositivo - poi rivelatosi solo un simulacro di ordigno del tutto falso - che quell'uomo aveva indosso. Con sé il rapinatore aveva anche una pistola e l'arma non era un giocattolo: matricola abrasa, carica e perfettamente funzionante. Pronta per essere eventualmente usata. E per fortuna così non è stato.

biglietto-2

L'allarme e l'arrivo dei carabinieri

Di fronte al rapinatore, con il volto coperto solo da mascherina, l'impiegata ha cercato di mantenere la calma e ha attivato il dispositivo antirapina, bloccando il malvivente - un uomo di 61 anni - all'interno dell'esercizio. Agendo con sangue freddo la donna ha anche chiesto aiuto al marito, un carabiniere libero dal servizio ma effettivo alla stazione di Seveso. E così in pochi istanti il compra-oro in via Molino Arese è stato circondato dalle pattuglie dell'Arma dalla stazione di Seveso e poi dei militari della Tenenza di Cesano Maderno.

VIDEO | La rapina e l'arresto in diretta

pistola-20

L'arresto sotto gli occhi dei passanti

I carabinieri hanno cercato di fermare il 61enne che era barricato all'interno del punto vendita con la pistola in pugno, puntata contro i carabinieri dall'altra parte del vetro della porta. E così è iniziata una trattativa con il rapinatore che alla fine si è arreso. Fermato e arrestato, è stato condotto in carcere a Monza. Nel camper in cui viveva i militari hanno rinvenuto 22 proiettili che sono stati sequestrati. La presenza dei militari e le pattuglie martedì pomeriggio non sono passate inosservate e l'arresto è avvenuto sotto gli occhi attoniti di diversi "spettatori" che hanno manifestato apprezzamento per il tempestivo intervento dei militari e ammirazione per l'operato. 

pistola-21

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho una bomba", fa irruzione nel negozio armato ma arrivano i carabinieri: arrestato

MonzaToday è in caricamento