Rapinatore entra in negozio ma la commessa ride e pensa a uno scherzo, poi vede il coltello

Il malvivente è stato messo in fuga dall'inaspettato arrivo di due clienti all'interno dello store ed è fuggito via. Indaga la polizia di Stato

"Dammi i soldi". Quando una commessa, intenta a sistemare della merce sugli scaffali dell'Euroverde Bio di via Foscolo, mercoledì sera è stata sorpresa di spalle da un uomo con un cappellino in testa e la sciarpa a coprirgli il volto, anzichè tremare per la paura si è messa a ridere.

Quello che credeva uno scherzo simpatico messo in scena da qualche suo amico, all'orario di chiusura, si è invece rivelato realtà. La commessa ha capito che non si trattava di una finzione quando ha visto spuntare un coltello dalla mano del rapinatore. "Non sto scherzando è una rapina vai in cassa e dammi i soldi" ha ripetuto il malvivente, intenzionato a fare sul serio. 

A far fallire il colpo però è stata una fortuita coincidenza: proprio in quel momento nel punto vendita sono entrati due clienti che, accortisi di quanto stava succedendo, si sono diretti in silenzio dalla parte opposta del negozio. E' stato a quel punto che il rapinatore ha preferito lasciar perdere ed è andato via, allontanandosi con calma e uscendo dal negozio.

Poco dopo la commessa ha dato l'allarme alla polizia di Stato che è accorsa sul posto e ha avviato le indagini. Una volante ha effettuato un giro di controllo nell'area per mettersi sulle tracce del malvivente in fuga che è stato visto fuggire in direzione di via Buonarroti. Dal negozio non è stato rubato nulla ma la polizia indaga per rintracciare l'autore della tentata rapina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento