menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina una clochard di 63 anni: malvivente in manette

Nei guai a Desio un marocchino già noto alle forze dell'ordine

Non aveva esitato a rapinare un’anziana clochard senza tetto, portandole via il cellulare e pochi spiccioli. Il malvivente, marocchino, 32 anni, di Desio, già noto alle forze dell’ordine, ora si trova in carcere a Monza per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e rapina.

Nella notte tra domenica e lunedì il nordafricano si era imbattuto nella senza tetto di 63 anni, che come sempre stava passando la notte all’addiaccio, sotto i portici del palazzo comunale. Per farsi consegnare il cellulare, il giovane non aveva esitato ad aggredire la donna. Poi era fuggito con la refurtiva.

I carabinieri, giunti sul posto, si sono messi all’inseguimento del rapinatore. Non hanno dovuto cercarlo a lungo. L’uomo si trovava ancora a poche centinaia di metri di distanza. Con sé aveva ancora il cellulare della vittima. Quando i militari lo hanno circondato, il marocchino ha tentato di fuggire. E, quando è stato raggiunto, ha aggredito pure loro. La donna ha raccontato ai carabinieri che il 32enne gli aveva rubato anche i soldi: pochi spiccioli che teneva in tasca.

Da tempo la 63enne vive all’aperto e ha sempre rifiutato ogni tipo di assistenza: perfino quella offerta dall’ufficio servizi Sociali del Comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento