rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Seveso

Coltello alla gola per rapinare due ragazzi che aspettano il treno: la fuga e l'arresto

I due malviventi hanno tentato di scappare e hanno aggredito i carabinieri. I fatti a Seveso: in manette un 18enne e un 21enne di origine marocchina

Si sono avvicinati a due giovani che stavano aspettando il treno sulla banchina e hanno portato via, togliendoglielo di mano, il monopattino elettrico a uno dei due malcapitati. E quando questo ha cercato di riprenderselo si è ritrovato un coltello puntato alla gola. Rapina e arresto a Seveso, in stazione.

La rapina e l'arresto

I fatti risalgono a lunedì nel tardo pomeriggio quando intorno alle 18:20 due amici di 23 e 29 anni, entrambi operai originari del Pakistan, e residenti rispettivamente a Mariano Comense e a Cesano Maderno mentre erano fermi sulla banchina della stazione di Seveso si sono ritrovati davanti due ragazzi di 18 e 21 anni, entrambi cittadini marocchini con precedenti per reati in materia di stupefacenti. Con fare minaccioso i due malintenzionati hanno messo le mani addosso agli operai, aggredendoli. 

Dopo aver schivato una pericolosa coltellata all'addome la vittima a cui era stato sottratto il monopattino è corsa a chiedere aiuto a una guardia in servizio alla stazione che ha dato l'allarme ai carabinieri. Nel frattempo, probabilmente fuori controllo anche per l'assunzione di droga, i due - armati di coltello e di una bottiglia - hanno cercato di farsi consegnare il portafoglio dall'altro ragazzo che ha avuto però la prontezza di fuggire via. 

E a quel punto nel piazzale della stazione i due si sono ritrovati davanti gli uomini dell'Arma. Ma nemmeno con i militari hanno cambiato atteggiamento: hanno violentemente cercato di sottrarsi ai carabinieri offendendoli e minacciandoli di morte. Uno dei due, dopo aver colpito un carabiniere ha cercato di fuggire salendo su un treno in fermata. Bloccato, è stato subito arrestato insieme al complice. I due ora dovranno rispondere di rapina aggravata e resistenza, minaccia e oltraggio a un pubblico ufficiale e ora si trovano in carcere a Monza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltello alla gola per rapinare due ragazzi che aspettano il treno: la fuga e l'arresto

MonzaToday è in caricamento