Cronaca Stazione / Corso Milano

Entra nel locale, ruba il coltello dal bancone e minaccia il titolare: "Ti ammazzo"

Succede in pieno giorno, in zona stazione: "Da qui la gente scappa". Denunciato un 21enne

Un mercoledì mattina come tanti. I passanti che si affrettano oltre le vetrine, qualcuno che beve qualcosa al bancone e un avventore che entra dalla porta del locale. Chiede una birra ma non è in possesso del green pass e il titolare gli spiega che la consumazione non può quindi avvenire al tavolo. In pochi attimi la situazione precipita: l'uomo, probabilmente sotto effetto di sostanze stupefacenti, inizia ad aggredire verbalmente il barista e poi con una mossa improvvisa afferra un coltello da dietro il bancone e lo punta dall'alto contro il malcapitato. 

VIDEO | Le immagini della rapina col coltello

Una lama di ventisette centimetri, affilata, che il titolare si è ritrovato vicino al viso e alla gola. E a quel punto, con sangue freddo, non gli è rimasto altro da fare che tentare di fermare e disarmare l'aggressore, riuscendo a immobilizzarlo e a sfilargli di mano la lama. Poi ha chiesto aiuto e ha chiamato la polizia.

La rapina con un coltello a Monza

E' successo mercoledì pochi minuti prima delle 11 in uno dei locali in zona stazione. In seguito alla richiesta di intervento sul posto è giunta la polizia di Stato che ha denunciato l'aggressore. 

Purtroppo però questo non è stato l'unico episodio in cui i commercianti della zona hanno dovuto fronteggiare minacce e aggressioni violente. "E' un soggetto conosciuto, viene arrestato ma poi rilasciato subito dopo. Ad agosto era già entrato da me, aveva rubato delle birre e poi provato ad aggredirmi e mi ha puntato contro una bottiglia con il vetro rotto". Mercoledì ha messo le mani su un salvadanaio che ha trovato sul bancone, impossessandosene.

E in mano questa volta ha impugnato un coltello e ha urlato "Ti ammazzo". "E se anzichè me avesse trovato al bancone la mia assistente, una ragazza, magari da sola? Cosa sarebbe potuto succedere?" aggiunge il titolare. "Quello che mi meraviglia è come possa una persona che entra in un locale mentre lavoro, minacciarmi di morte con un coltello puntato addosso e dopo tre ore essere già fuori, libero e di nuovo davanti al mio locale". 

"La gente qui ha paura e scappa"

E gestire una attività commerciale in una delle aree "più calde" del capoluogo brianzolo non è semplice e dai gestori arriva una richiesta crescente di maggiore sicurezza. "Davanti al mio negozio spacciano notte e giorno e quando qualcuno è in crisi di astinenza o sotto effetto di droghe diventa anche violento" spiega.

"Ci vorrebbe un presidio fisso delle forze dell'ordine in corso Milano non in prossimità del centro storico: anche il lavoro a causa del degrado nella zona è calato. La gente ha paura e di qui passa veloce. Se si confronta la situazione di via Bergamo alle 18 di sera, quella di largo Mazzini e quella di corso Milano: in altre zona c'è viavai invece qui le persone scappano via e non hanno nemmeno il coraggio di andare alla stazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra nel locale, ruba il coltello dal bancone e minaccia il titolare: "Ti ammazzo"

MonzaToday è in caricamento