Dodici rapine tra la Brianza e il milanese: arrestati i fratelli "della Panda"

I due erano già finiti in manette nello scorso luglio, sorpresi dopo l'ennesimo colpo. Altre dodici le rapine contastate

La fuga a bordo di una Panda rubata

Rapinavano supermercati della Brianza e del milanese armati di taglierino e per raggiungere l'obiettivo da colpire si servivano di una vecchia Panda, di volta in volta rubata per l'occasione. I carabinieri della compagnia di Vimercate mercoledì all'alba hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due fratelli residenti a Rho, accusati di almeno dodici rapine. 

In realtà i due, Massimiliano B., classe '79 e Giorgio B., di cinque anni più giovane del fratello, erano già in carcere, in seguito all'arresto avvenuto la scorsa estate ad opera dei carabinieri di Trezzo sull'Adda che avevano fatto scattare le manette per i due rapinatori proprio sotto casa di uno di loro mentre rincasavano a bordo di una Bmw, dopo aver messo a segno l'ennesima rapina.

L'indagine era iniziata lo scorso giugno, dopo che in seguito a una rapina in un supermercato di Ornago i carabinieri erano riusciti a collegare il furto di una vecchia automobile con l'irruzione del negozio, dove i malviventi erano arrivati proprio sull'auto rubata poco prima. Gli inquirenti infatti, grazie all'attività di indagine portata avanti e alle immagini delle telecamere di sorveglianza acquisite, hanno rilevato come ogni volta che i fratelli sceglievano di colpire un obiettivo, in zona veniva rubata una vecchia auto, soprattutto Panda, poi utilizzata per raggiungere il supermercato da rapinare.

GUARDA IL VIDEO. 

Ad ogni rapina mettevano in atto lo stesso piano: mentre il fratello maggiore raggiungeva il supermercato a bordo di un'autovettura di vecchio modello rubata poco prima e, armato di taglierino, il fratello lo attendeva poco distante su una macchina “pulita” con la quale entrambi si allontanavano facendo perdere le proprie tracce.

La lista degli esercizi commerciali colpiti è lunga: tra i supermercati visitati dai malviventi c'è Lidl di Nova Milanese, rapinato il 12 maggio scorso, l'Eurospin di Lentate sul Seveso, colpito dieci giorni dopo e ancora Lidl di Cornaredo, l'IN'S di Solaro (26 maggio 2015), l'Unes di Agrate Brianza (28 maggio 2015), l'IN'S di Monza (30 maggio 2015), l'LD di Melzo e di Ornago, il Carrefour di Cernusco sul Naviglio, Il Lidl di Corbetta e il Tigros di Magenta. 

Per i due l'ordinanza di custodia cautelare è stata notificata in carcere a San Vittore, dove da luglio si trovano rinchiusi. 

conferenza carabinieri-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento