Cinque pizzaioli lombardi per realizzare la pizza più lunga del mondo

Il tentativo lungo il Decumano durante la "Settimana mondiale del pomodoro" tra il 19 e il 20 giugno. Tra i maestri della pizza anche Elio Lavarini, titolare della pizzeria Brother and Sister di Pozzo D'Adda, alle porte della Brianza

La pizza spagnola che detiene il record (Foto Mymadrid.me)

Cinque pizzaioli durante la “Settimana del pomodoro” che metterà al centro di Expo “l’oro rosso” si sfideranno per riportare il record della pizza più lunga del mondo in Italia.

Lungo il Decumano 80 pizzaioli selezionati da NIPfood, tra cui anche Elio Lavarini titolare di una pizzeria a Pozzo d’Adda, si metteranno alla prova per realizzare una pizza da record.

La pizza sarà lunga oltre 1.300 metri, peserà oltre 5 tonnellate e sarà cotta grazie a cinque forni speciali su una gigantesca teglia. Per diciotto ore consecutive a cavallo tra il 19 e il 20 giugno a Expo 80 maestri della pizza selezionati tra tutte le regioni italiane si alterneranno per raggiungere l’obiettivo e conquistare il record. Tra questi pizzaioli c’è anche una nutrita rappresentanza lombarda composta da cinque secialisti provenienti dalle province di Milano, Bergamo e Mantova. Elio Lavarini sarà affiancato da Augusto Benfatti, Basilio Pintori istruttore tecnico di Nipfood di Montello, Fabio Pellegrini e Stefano Verde. I cinque lombardi sono tutti tecnici istruttori di Nipfood e lavoreranno ininterrottamente per 18 ore.

Lo staff complessivo sarà composto da circa 200 persone che saranno impegnate a distribuire gratuitamente circa 35.000 tranci di pizza margherita farcita con 1 tonnellata di salsa di pomodoro e 1,5 tonnellate di mozzarella.

L’obiettivo è quello di strappare agli spagnoli l’attuale record di poco più di 1.100 metri per quello che può definirsi il prodotto simbolo della gastronomia italiana nel mondo.

Circa metà del decumano sarà così trasformato in una immensa pizzeria con una tavolata a forma di U lunga 1.500 metri. Il tentativo prenderà il via nella serata di venerdì 19 giugno e la pizza dovrà essere pronta non più tardi delle ore 13.00 di sabato 20 giugno.

Seguiranno la misurazione della lunghezza da parte dei giudici giunti da Londra e la distribuzione gratuita al pubblico di EXPO dei 35.000 tranci di pizza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento