Rivoluzione Parco Increa, atto secondo: da sabato nuove regole

Da sabato 4 aprile entra in vigore un'ordinanza dirigenziale: si punta alla sicurezza e all'incolumità dei cittadini, tutelando il patrimonio naturale

Il Parco Increa (Foto da Instagram/ilabestetti)

Rivoluzione Parco Increa, atto secondo.

Continua, nell'ambito dell'iniziativa "I Love Increa" già inaugurata lo scorso anno con una serie di novità nella gestione del regolamento del parco cittadino, l'attività dell'amministrazione comunale per la tutela dell'area verde e la sicurezza degli utenti.

Da sabato 4 aprile entrerà in vigore una nuova ordinanza dirigenziale che introdurrà alcune modifiche al regolamento vigente.  

Oltre alle disposizioni già introdotte dal 2014, tra cui il divieto di accendere fuochi o grigliare in aree non consentite, abbandonare rifiuti o sostare con mezzi a motore, le novità riguarderanno le modifiche alle sanzioni per eventuali trasgressori.

"Quest’anno si darà nuovo impulso a regole necessarie per rendere più efficace l’azione deterrente rispetto alcune condotte illecite. Si tratterà di norme già in esistenti, poiché già contenute nel “Regolamento del Parco Cava Increa e altri parchi e giardini cittadini” e nel “Regolamento Comunale per il benessere degli Animali”, che l’Amministrazione Comunale ha voluto rendere più efficaci, rivedendo l’entità di alcune sanzioni" spiegano dal municipio.

Da sabato al Parco Increa – così come in tutte le aree verdi – non si potranno danneggiare e/o usare impropriamente piante, arbusti e tappeti erbosi, pena una sanzione di 150 euro per i trasgressori, mentre nel lago Increa – così come in tutti i corsi d’acqua, canali, rogge e specchi d’acqua - non si potranno abbandonare le tartarughe acquatiche e non si potrà balneare.

Per chi contravverrà a questi divieti sono previste infatti diverse sanzioni: per eventuali trasgressori che accenderanno fuochi o griglieranno fuori dalle aree consentite scatterà una multa di 250 euro mentre 150 euro è la cifra fissata per la contravvenzione relativa all'abbandono di riufiuti, 100 euro la multa per chi sosta con mezzi a motore nel vialetto asfaltato di ingresso al parco. Per chi si tuffa nel laghetto il mancato rispetto del divieto di balneazione costerà 100 euro mentre l'abbandono di tartarughe acquatiche andrà incontro a una sanzione di 250 euro. 

Per quanto riguarda il posteggio restano invece in vigore le normative attuate l'anno scorso: durante la settimana e nei giorni feriali, sabato compreso, l'ingresso ai veicoli nelle aree consentite e il parcheggio sono gratuiti mentre nei giorni festivi l'accesso sarà libero, fino a esaurimento posti, per i residenti che esibiranno la Increa Card (da richiedere presso l'ufficio Anagrafe comunale) mentre dovranno pagare 3 euro per la sosta i non residenti. Dopo le ore 19 l'accesso è gratuito per tutti. 

Per migliorare e rendere più vivibile il Parco sono in corso anche una serie di interventi voluti dall'amministrazione comunale: sono stati predisposti lavori per riposizionare i servizi igienici in un’area più adeguata, si sta procedendo all’installazione delle nuove staccionate e alla sostituzione di quelle ammalorate, e verrà esposta la nuova segnaletica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento