“Parco e Villa non possono ospitare grandi eventi”: adesso è “ufficiale”

Il “comitato per il Parco A. Cederna” e il comitato “Villa Reale è anche mia” hanno commissionato un’indagine sui prati dopo Manu Chao e Mtv. Chiara la conclusione: “Non sono in grado di ospitare e sopportare grandi eventi”

La Villa dopo gli Mtv Digital Days

Prima era solo una sensazione, una paura. Adesso no. Adesso è ufficiale, con tanto di atto firmato da un professionista stimato. I dubbi e i timori di chi ogni giorno lotta per difendere il Parco e la Villa reale di Monza erano fondati e giustificati. Sì, perché il prato e i giardini della struttura simbolo della città non sono affatto adatti ad ospitare grandi eventi, nonostante spesso - soprattutto nell’ultimo periodo - abbiano fatto da teatro a concerti e grandi appuntamenti. 

E’ arrivata all’atto finale la “battaglia” del “Comitato per il Parco A. Cederna” e del “Comitato La Villa Reale è anche mia”, che da oggi avranno un nuovo - importante - strumento per far sentire la loro voce. I due gruppi hanno infatti affidato al dottor Angelo Vavassori, agronomo iscritto all’albo, una perizia tecnico-agronomica sui prati del Parco e dei Giardini della Villa reale. E il risultato è stato esattamente quello che loro dicono da anni. 

“I prati - si legge nella relazione - non sono in grado di sopportare il calpestio, i rifiuti e il compattamento prodotti dai concerti e dalle manifestazioni con molto pubblico”. 

“A conclusione della relazione - fanno sapere i due comitati - si legge: ‘Possiamo confermare che il prato ed il suolo del Parco di Villa reale a Monza non sono idonei alla fruizione intensiva ospitando eventi ad elevata presenza ed attività di movimento localizzato. Il Parco può ospitare la ordinaria fruizione pubblica, diffusa e non usurante localmente”.

I comitati, come spiegano loro stessi, avevano commissionato l’indagine subito dopo gli Mtv Digital Days dell’11 e 12 settembre, che “hanno costretto a riseminare il grande prato retrostante la Villa, vergognosamente rovinato, in un periodo in cui le piogge abbondanti e i primi freddi possono ostacolare il germogliare dei semi”.

“Le reiterate richieste di non autorizzare la manifestazione - ricordano i comitati - erano state rivolte agli amministratori dopo aver constatato i danni prodotti dal concerto di Manu Chao al prato della Gerascia nel Parco. Le risposte assenti (da parte della Soprintendenza) e minimizzanti (da parte del Consorzio) hanno indotto i Comitati a commissionare a un esperto una relazione tecnica per avere un parere scientifico su una questione che non può essere lasciata alle opinioni o al sentito dire”.

“La relazione tecnico agronomica, che i comitati mettono a disposizione di Soprintendenza e Consorzio affinché ne tengano conto onde evitare in futuro scelte sbagliate e dannose per il monumento paesistico che è loro dovere istituzionale tutelare, contiene anche utili indicazioni su come mantenere e salvaguardare il valore di prati storici come sono quelli dei Giardini e del Parco Reale”, spiegano gli esponenti delle due associazioni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Associazioni che, tra l’altro, vogliono vederci chiaro su alcuni punti ancora bui. “Dando seguito alla Relazione tecnico agronomica, i Comitati chiedono di” sapere “se l'intervento di ripristino è fatto a seguito di perizia e relazione tecnica specialistica o a discrezione e di Piano di manutenzione scritto e approvato” e di sapere “se l'autorizzazione della Soprintendenza è stata concessa per un intervento straordinario come è la distruzione e la risemina del prato retrostante la Villa”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Lazzate, uomo trovato cadavere in via Enrico Fermi: indagano i carabinieri

  • Le meraviglie di Monza celebrate in televisione, in città le riprese della Rai

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Tumore al pancreas in stadio avanzato: operazione "unica" all'ospedale di Vimercate per una donna

  • Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

  • Il maltempo fa paura a Monza: prevista acqua a secchiate e grandine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento