Retata dei carabinieri contro la prostituzione ad Agrate Brianza: quaranta militari in strada

Diciotto le prostitute fermate e identificate: i controlli nella notte tra giovedì e venerdì

"Retata" dei carabinieri contro la prostituzione in Brianza nella notte tra giovedì e venerdì. I militari sono entrati in azione tra le province di Milano e Monza-Brianza lungo la strada provinciale 121, a ridosso del centro di accoglienza e dello svincolo autostradale.

Nel tratto tra Carugate e Agrate Brianza, in meno di cinque chilometri di strada, per l'operazione sono stati impiegati circa quaranta carabinieri.

L'area dove sono scattati i controlli è nota per la presenza di prostitute e l'intervento dei carabinieri è stato mirato a contrastare il fenomeno e a garantire la sicurezza degli utenti della strada lungo la quale, in alcuni tratti, scarseggia l'illuminazione e rende pericoloso procedere la sera. 

A finire nella "rete" dei militari - che, prima di procedere, hanno provveduto a "interdire" le vie di "fuga" - sono state diciotto ragazze nigeriane e due transessuali peruviane. Queste ultime sono state accompagnate in questura per l'identificazione di rito.

Dodici ragazze, che non sono risultate in regola con il permesso di soggiorno, sono state accompagnate a Roma in attesa dell'espatrio. Le restanti quattro, invece, sono richiedenti asilo politico: la loro posizione verrà dunque vagliata dalle autorità preposte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento