menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Biassono, due moldavi tentano di fuggire a un posto di blocco: avevano refurtiva

I due, a bordo di un furgone Ford, prima cercano di speronare l'autopattuglia e poi nella fuga colpiscono un'auto in sosta. Nel mezzo avevano autoradio, navigatori e quattro gomme con cerchi in lega. Uno arrestato, l'altro denunciato

Nella notte tra sabato e domenica i carabinieri di Biassono hanno fermato in via Cesare Cantù due moldavi di 26 anni per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

Verso le quattro di notte, i due uomini hanno tentato di forzare un controllo stradale a bordo di un furgone Ford con targa bulgara. Prima hanno cercato di speronare l'auto di pattuglia, poi hanno urtato un'auto in sosta e sono stati presto bloccati dai carabinieri.

Alla guida del furgone (a lui intestato) c'era V.A., residente a Sovico, nullafacente e pregiudicato. La perquisizione del furgone ha permesso di sequestrare un navigatore satellitare, tre autoradio, quattro pneumatici con cerchi in lega della Mercedes e varie parti di autovetture, evidenti refurtive di furti precedenti.

Dopo avere arrestato V.A. per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale, i militari si sono messi alla ricerca di K.A., anch'egli domiciliato a Sovico, che era riuscito a darsi alla fuga. L'hanno individuato poco dopo e denunciato per concorso nei reati contestati al complice.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

L'Iss elenca uno a uno tutti gli errori della Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento