Paziente muore dopo revisione pace-maker, condannato l'ospedale di Desio

L'azienda sanitaria è stata condannata a pagare 180mila euro di risarcimento alla figlia del paziente defunto

E' morto sedici mesi dopo una operazione di revisione del pace-maker e ora l'ospedale di Desio dovrà risarcire la figlia del paziente defunto con oltre 180mila euro.

A condannare la struttura sanitaria al risarcimento è stato il Tribunale di Monza. Secondo il parere di un perito la morte dell'uomo sarebbe da attribuire con sicurezza a "una infezione contratta nel corso dell'intervento di sostituzione del pace-maker" e a "un ritardo nella diagnosi". Ad aggravare la situazione ci sarebbe poi la mancata rimozione degli elettrocateteri per un paziente che era anche diabetico. 

Il giudice del Tribunale di Monza però non si è trovato d'accordo con il consulente in merito all'attribuzione delle cause del decesso al medico curante, condannando l'azienda ospedaliera di Desio perchè "è onere" della azienda provare "di aver eseguito l'intervento a regola d'arte e che pertanto l'infezione in sede cardiaca si sia verificata per un evento imprevedibile e inevitabile e non per un'omissione di una attività cui era tenuta". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento