Desio, parapiglia al ristorante dopo l'addio al celibato

Due parenti litigano: "Pago io", "No! Pago io!", e volano spintoni. Un 38enne di Bollate finisce in ospedale dopo avere battuto la testa per terra. Chiamati anche i carabinieri

Un normale addio al celibato dal bilancio davvero insolito: ambulanze, feriti, ospedale e carabinieri. Una rissa, ma non si pensi a scenate di gelosia o a una lite improvvisa scoppiata magari per ruggini antiche. No.

Semplicemente, la gara a chi paga il conto. E' così che due parenti hanno iniziato a litigare, perché ciascuno dei due voleva saldare il ristorante di Desio dopo un'allegra serata. Qualche spinta di troppo e uno dei due, un 38enne residente a Bollate, cade e subisce un colpo alla testa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 38enne viene così portato in ospedale per i dovuti accertamenti dal 118, allertato insieme ai militari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento